Bilancio e futuro

sole sopra le nuvole

“Il sole non tramonta mai su Scientology.”

L. Ron Hubbard

A fine agosto abbiamo fatto un bilancio dell’attività del blog e abbiamo deciso per l’evoluzione annunciata con il post “Evolution”.

Il bilancio è indubbiamente positivo, abbiamo accennato qualche cifra, ma il risultato principale è che le persone sane se ne stanno alla larga dalla combriccola degli squirrel e dei loro complici. Sul blog ci sono centinaia di articoli e dai nostri contatori vediamo che continuano ad essere visitati e gli allegati vengono continuamente scaricati. Per altri canali sappiamo di parecchia gente che usa i contenuti del blog per risolvere dubbi, fornire informazioni corrette o sbugiardare squirrel.

Perciò, non cambierebbe molto se mettessimo altri 500 articoli sul blog, tanto la solfa degli squirrel è sempre quella, continuano a ripetere le solite scempiaggini in varie salse o, al massimo, inventano nuove bugie servite con lo stesso metodo, l’entheta generalizzato.

Era diventato quindi necessario aggiungere qualcosa e affinare ulteriormente la nostra azione. Ovviamente, non abbandoneremo nessuna delle azioni di successo, non toglieremo alcun articolo dal blog, nemmeno da quello originale di Wordpress, anzi, la migrazione di copia di tutti i vecchi articoli da Wordpress a questo spazio continua ed è a buon punto. Non toglieremo nemmeno le migliaia di commenti presenti su entrambi i blog e ci assicureremo che restino tutti disponibili e anche più facilmente rintracciabili.

Stiamo lavorando da giorni a varie migliorie che rafforzeranno tutto questo e rendano il tutto ancora più efficace. Ci pensavamo da un po’ qui nella “redazione” di Etica e Verità.

Gli squirrel sono ormai giunti in fondo al pozzo e non vale più la pena dedicargli troppa attenzione.

Quelli del gruppo filo-David Mayo, consigliati dal solito Facchinetti, stanno ormai scendendo per la stessa china che hanno disceso trent’anni fa. Qualcuno di loro si è sostituito a Source e sta sviluppando “nuovi procedimenti”. Perciò bastano a sé stessi, sia per tenere lontani gli Scientologist degni di tale nome, che per affossarsi definitivamente.

Dal canto loro, quelli che fanno capo a Marty Rathbun si sono specializzati nel vendere ai giornali i “prodotti” della loro attività principale: le menzogne. Quindi anche loro non hanno più alcuna parvenza dello Scientologist e non è necessario che ce ne occupiamo più di tanto. Chiunque li può riconoscere per quel che sono, perfino gli squirrel dell’altro gruppetto li criticano per questa loro attività maniacale.

Ormai è evidente a tutti che è gente da cui stare alla larga. Ne scriveremo ancora, questo sì. Ogni qualvolta si ripresenterà l’occasione di assestargli qualche papagna non perderemo l’occasione. D’altro canto gli utenti sono liberi di scriverne negli opportuni spazi del Forum che abbiamo creato, ma non sarà un’occupazione in cui profonderemo energie particolari.

Ora ci sono cose più importanti di cui ci vogliamo occupare.

Il Forum di cui abbiamo parlato sopra è attivo e gli utenti della nostra comunità lo stanno scoprendo e usando divertendosi. Questo nuovo strumento permette agli utenti di sbizzarrissi a scrivere dei soggetti che preferiscono partecipando maggiormente alla nostra attività. Ora possono proporre argomenti e svilupparli come preferiscono. Abbiamo creato una sezione secondaria che parla degli squirrel dove, chi vuole, può continuare a scriverne, ma abbiamo aggiunto altre sezioni più “sentite” dagli utenti più fedeli e altre ne creeremo per il loro divertimento.

Passiamo ad altro.

La comunità di Scientology, considerata come comunità internazionale e, per quel che riguarda maggiormente il nostro sito, quella italiana, ha alle spalle una storia che è conosciuta in modo adeguato da un numero limitato di Scientologist.

Non stiamo parlando della dottrina, degli scritti di Ron o delle attività sociali. Stiamo parlando di quel che non si studia in classe, delle cose che solitamente non vengono presentate agli event, delle situazioni di cui si sa qualcosa solo quando diventano estreme. Paradossalmente di queste storie ne parlano di più i giornali o, addirittura, i detrattori di Scientology, ovviamente alterandole.

Perfino per quanto riguarda la storia di Ron, sebbene gli Scientologist siano solitamente avidi di conoscerla a fondo, ci sono aspetti che non sono conosciuti. Talvolta alcuni dettagli appetitosi vengono rivelati durante gli event del 13 marzo, ma si sa che c’è molto di più da apprendere.

Eppure è importante conoscere certi dettagli della nostra storia per comprendere come siamo giunti alla nostra attuale forma e diffusione.

Sono passati oltre sessant’anni da quel 9 maggio 1950 quando Dianetics è esplosa dando inizio alla nostra epopea. Ne sono passati quasi sessanta da quando nel 1954 nacque la prima Chiesa di Scientology. E in Italia? In Italia ne sono passati già 40 da quando un fotografo americano diffondeva Dianetics a Milano creando i primi Dianeticist. E oltre trentotto anni da quando il primo gruppo di giovani avventurosi ha dato vita al primo gruppo organizzato sotto l’egida della Sea Organization e della mitica nave Apollo.

E’ passata tanta acqua sotto i ponti e sono successe una marea di cose. Sono nate Chiese e Missioni, Narconon e gruppi del CCDU, gruppi del Criminon e di Applied Scholastics, City Office e Field Auditors, gruppi di volontari di Dico no Alla Droga e di Ministri Volontari.

Ognuna di queste entità ha causato cambiamenti che potrebbero non essere percepiti nella loro interezza e importanza. Ad esempio, il CCDU, con le sue denunce degli abusi psichiatrici, con la battaglia per eliminare l’elettroshock e le ispezioni a sorpresa nei lager psichiatrici ha avuto una grossa parte nell’abolizione dei manicomi.

Sono nati anche gruppi squirrel dalla vita effimera e sono scomparsi da tempo con le loro infamie. Chi si ricorda più ormai che nella prima metà degli anni 80 c’era un gruppo a Como che si faceva Chiamare ATC (Advanced Technology Center) che usava caramelle come demo kit e seguiva un fondatore svizzero che diceva di essere la reincarnazione di Ron? E uno in provincia di Treviso, a Riese Pio X° (chiuso dalla polizia), che faceva le stesse cavolate che ora fanno i Minelli usando le scoperte di Mayo, e che il suo fondatore ora è ridotto come una larva umana? E che questo gruppo di Treviso dipendeva da quello di Quartoggiaro (Milano) diretto dallo stesso Facchinetti oggi amico di Minelli e che, a sua volta, mal sopportava la leadership di Mayo?

State tranquilli, non abbiamo intenzione di raccontarvi le schifezze commesse da questi personaggi. Si vuole solo dare un’idea di come situazioni che sembravano importanti hanno lasciato poche tracce nella memoria del gruppo. Sono accadute molte altre cose che non sono abbastanza conosciute o che solo i veterani ricordano.

Ci sono state complicate e pesantissime battaglie legali con vittorie storiche. Sentenze di tribunali che sono diventate strumenti impagabili per chi sostiene la libertà di pensiero e di religione. Ad esempio sapevate che un Italia abbiamo vinto circa 130 cause combattute praticamente in ogni regione d’Italia? Ne trovate un elenco parziale nell’articolo di Verba VolantLe sentenze dimenticate”.

Gli anni passano. Ci sono “veterani” che praticano Scientology da 10 o 15 anni ma che non erano ancora a bordo quando 26 anni fa 600 poliziotti in tutt’Italia, all’alba del giovedì 4 dicembre 1986, hanno fatto irruzione in tutte le Chiese, Missioni e Narconon italiani e le hanno chiuse.

Coincidenza, il primo Narconon era nato esattamente 5 anni prima il 4 dicembre 1981 a Ronago, in provincia di Como. Chi se ne ricorda?

Lo scorso 5 dicembre 2011 era il venticinquesimo anniversario di quell’atto di repressione poliziesca, ma solo pochi se ne sono ricordati. Eppure era una data importante. Non solo per il suo aspetto negativo, ma per il fatto che quella data è stato un punto di svolta. Da quel momento l’allora dodicenne comunità di Scientology si è compattata e, nell’arco di poche ore, con sistemazioni di fortuna e con l’aiuto di ogni membro, ha riaperto in ogni città le Chiese di Scientology ed ha ricominciato a operare. Da quel momento Scientology in Italia ha detto BASTA! ed ha travolto tutti gli ostacoli che le si sono parati davanti.

Beh, non proprio ogni membro della comunità è stato così determinante. Ad esempio, ben pochi degli attuali squirrel “salvatori di Scientology” hanno avuto un ruolo determinante all’epoca per debellare le soppressioni.

Per inciso, lo sapevate che il comandante in capo di quell’esercito di poliziotti è stato in seguito condannato per corruzione?

Però è importante anche capire i fatti che hanno condotto a quel 4 dicembre 1986. Ad esempio, alcuni degli attori (giornalisti, squirrel, anti-Scientologist) sono ancora gli stessi.

C’è di più da sapere. I soliti mestatori si sporcherebbero la bocca dicendo che la responsabilità era della Chiesa, magari di Miscavige. Giungerebbero perfino a menzionare la policy “Mantenere Scientology in Funzione” (lo hanno già fatto) citando il passaggio che dice “Così l’orco che ci potrebbe divorare non è il governo o gli alti papaveri. È il nostro possibile fallimento di mantenere ed usare la nostra tecnologia”.

E infatti l’orco non ci ha divorato.

Ma le citazioni squirrel fuori contesto non spiegano i fatti veri. In effetti una citazione migliore sarebbe quella della policy del 18 febbraio 1966 “Attacchi a Scientology”, dove Ron dice: “Quando presentate un’immagine di libertà, tutti coloro che opprimono la libertà tendono ad attaccare. Di conseguenza gli attacchi, qualunque sia la motivazione su cui si basano, sono inevitabili”. D’altra parte non possiamo aspettarci citazioni corrette da squirrel e soppressivi.

Ed è appunto quello che è accaduto quando in questi anni ci siamo trovati ad affrontare ostacoli significativi come quello del 4 dicembre 1986: stavamo “presentando un‘immagine di libertà”.

Quali meccanismi si sono attivati? Cos‘è accaduto e chi ha fatto cosa per giungere a quei fatti?

E‘ importante capirlo anche per ricondurre nella loro corretta dimensione i fatti che stanno accadendo oggi. Per comprendere le vere motivazioni di chi si oppone alla nostra opera. E anche per capire quanto siano vane le speranze folli di squirrel e soppressivi che sognano di distruggere il nostro gruppo.

Alla prossima.

Etica e Verità


Per commentare l'articolo vai al forum.