Squirrel Criminali e Ignoranti

Pubblicato il 9 Maggio 2012

Ci avevano avvisato, ma noi non avevamo creduto. Tutto doveva essere finito e invece... Dal passato riemergono figure che sembravano ormai cancellate dalla memoria. Ma che non hanno più nulla di umano, sono cloni che replicano l'aspetto, le azioni e le parole di un singolo automa. Apparati destinati a combattere una guerra già persa, votati a rivivere un passato ormai sepolto, capaci di sparare sciocchezze a raffica con una velocità tale da uccidersi anche tra loro. Robot votati al sacrificio e chiaramente addestrati per missioni suicida.

Commenti: 16
Pubblicato il 7 Maggio 2012

Eravamo sicuri di aver visto il peggio, ma eravamo in errore. Le conseguenze del disastro di via Tebaldo Brusato vanno oltre la nostra immaginazione (vedere “Odore e boria, disatro totale”, “the day after” e “la resa dei conti”). Ora che la polvere si è posata sui miseri resti dei condomini gemelli, crollati improvvisamente sotto l'impatto di un'ingiunzione arrivata da oltre oceano, emerge qualcosa di sinistro, di macabro.Eravamo sicuri di aver visto il peggio, ma eravamo in errore. Le conseguenze del disastro di via Tebaldo Brusato vanno oltre la nostra immaginazione (vedere “Odore e boria, disatro totale”, “the day after” e “la resa dei conti”). Ora che la polvere si è posata sui miseri resti dei condomini gemelli, crollati improvvisamente sotto l'impatto di un'ingiunzione arrivata da oltre oceano, emerge qualcosa di sinistro, di macabro.

Commenti: 29
Pubblicato il 5 Maggio 2012

Era inevitabile che qualcuno dovesse pagare per tutto questo. Il disastro dei condomini gemelli, a seguito dei gas usciti da La Reception e degli strali degli Indipendugli contro Debbie la Traditrice , hanno creato lutti sull'intero fronte indipendente e ora c'è chi punta il dito, dovrei forse dire punta il sito. La resa dei conti viene niente meno che da Marty Raglio, che rimane uno dei principali sospettati della strage di Tebaldo Brusato. Si tratta di materiale assolutamente inedito che la nostra redazione ha ottenuto in esclusiva tramite la nostra corrispondente americana Mara Meo che ci ha gentilmente anche fornito una traduzione dei contenuti che gli autori dei condomini gemelli non si erano curati di riproporre in Italia.

Commenti: 22
Pubblicato il 3 Maggio 2012

Siamo tornati sulla scena del disastro (vedere articolo “Odore e boria, disastro totale”). Lo spettacolo del day after è agghiacciante. L'odore nauseabondo pervade ancora l'area e gas mefitico continua a uscire dal cucinino de La Reception. Testimonianze confermano che prima della tragica notte, un gruppo sparuto di condomini si fosse assembrato nella guardiola e che avessero ordinato un misto di cinese e messicano da un fornitore legato al gruppo, un certo Rathboom e che mentre uno del gruppo si accendeva la sigaretta è successo l'irreparabile. Abbiamo una foto scattata dalla telecamera del vicino albergo a ore e ritrae il probabile responsabile dell'esplosione.

Commenti: 26
Pubblicato il 1 Maggio 2012

Pianerottolo Zero, questo è il termine usato dalla protezione civile per descrivere il disastro osservato dopo l'ecatombe che si è abbattuta sugli indipendugli bresciani a conclusione della tristissima vicenda di Debbie Cook . Le menti confuse dei pochi superstiti parlano di un attacco terroristico perpetrato a sorpresa, con l'uso di armi non convenzionali. Si vocifera addirittura che si tratti di un'ingiunzione atomica, ma fonti più accreditate parlano semplicemente di una frana provocata da fondamenta instabili e fatiscenti e dall'esplosione delle unità di attenzione nel cucinino de La Reception (vedi articolo “Teste di cuoio” ). Insomma una semplice fuga di gas tossico ad alta pressione abbinata ad abusi e malversazioni. Una storia tutta italiana.

Commenti: 27
Pubblicato il 30 Gen 2012

Come chiamereste una persona che causa danni per decine di milioni di dollari al gruppo per cui lavora, poi fugge e incita altri a causare altri danni economici allo stesso gruppo? Delinquente? Ci sarebbero molte altre parole per qualificare un simile cialtrone, ma delinquente rende l’idea. Questo è proprio quel che ha fatto e che sta facendo Marty Rathbun.

Pubblicato il 24 Gen 2012

Qualche tempo fa abbiamo pubblicato l’articolo “Il Maestro degli squirrel e la Logica ad un Valore” dove, tra le altre cose, abbiamo affermato che Marty Rathbun odia i “Fondamenti” (in inglese “Basics”). Insiste nel dire che è stato tutto un imbroglio e che non hanno alcun valore. La correzione dei libri, il recupero di conferenze che erano andate perse, la pubblicazione su larga scala dei materiali e il fatto che sempre più persone abbiano ora a disposizione materiali vitali come le Conferenze di Phoenix e il Corso del Dottorato di Filadelfia, secondo la logica di Marty, non è di alcun valore. Stessa cosa per i Congressi e gli ACC. Odia tutto questo. Le migliaia di successi spettacolari sono irrilevanti secondo lui. C’è qualcosa che non quadra: se una persona asserisce di essere dalla parte di LRH dovrebbe essere contenta del fatto che migliaia di persone stiano ora studiando la completa Tech di LRH ma, poiché questo è un progetto sostenuto da COB, Marty lo odia con veemenza.

Pubblicato il 9 Gen 2012

«La libertà è per la gente onesta. Nessun uomo che non sia onesto per proprio conto potrà mai essere libero: è lui stesso la propria trappola.» L. Ron Hubbard (HCOB 8 Febbraio 1960 “ESISTONO DIRITTI ANCHE PER LE PERSONE ONESTE”) Che gli squirrel siano disonesti e bugiardi è un fatto assodato, dimostrato ampiamente dalle azioni subdole e illecite che abbiamo descritto in molti post e provato al di là di ogni dubbio negli ultimi tre articoli: “Marty Rathbun e l’Onestà degli Squirrel”, “Marty Rathbun e l’Onestà degli Squirrel – Replica” e “Canaglie, Disonesti e Bugiardi”. Le loro azioni da furfanti parlano da sé e sono lì da osservare, noi ci siamo limitati ad evidenziarle. Difficile che loro si ravvedano, ma chiunque sia dotato di un minimo di raziocinio può osservare che sono individui totalmente inaffidabili, un canagliume senza dignità.

Pubblicato il 8 Gen 2012

«La libertà è per la gente onesta. Nessun uomo che non sia onesto per proprio conto potrà mai essere libero: è lui stesso la propria trappola. (…) Per essere liberi bisogna essere onesti con sé stessi e con i propri simili.» L. Ron Hubbard (HCOB 8 Febbraio 1960 “ESISTONO DIRITTI ANCHE PER LE PERSONE ONESTE”)

Pubblicato il 7 Gen 2012

Oggi facciamo un’operazione editoriale inusuale e innovativa: pubblichiamo buona parte dell’articolo di ieri integrato da altri dati e riferimenti. Avevamo tre altri articoli pronti ma, a forza di rileggere QUESTO articolo ci siamo resi conto della sua importanza. Insomma abbiamo fatto centro, strike. Il nocciolo della questione sta tutto nei dati pubblicati qui e ve li vogliamo riproporre in buona parte con aggiunte e precisazioni.

Pagine

Subscribe to Squirrel Criminali e Ignoranti