Tecnicando

Pubblicato il 24 Maggio 2012

«Ma che cosa intendete con: "Fedele a te stesso?" Vedete? In effetti, non siete fedeli a voi stessi: voi siete fedeli al vostro scopo fondamentale. Se non siete fedeli al vostro scopo fondamentale, siete finiti. Ed è questo ciò che procura il bank ad un individuo.» L. Ron Hubbard (Congresso dei Successi sul Clearing)

Pubblicato in: Tecnicando
Commenti: 14
Pubblicato il 22 Maggio 2012

«Affinché una persona decida di essere responsabile per le cose, bisogna che superi l’idea di essere costretta ad assumersi la responsabilità. Il potere di scelta è pur sempre superiore alla responsabilità. Ciò che si fa contro il proprio volere, ha l’effetto di un atto overt contro se stessi. Ma quando la volontà di una persona di fare qualcosa si è deteriorata fino a diventare riluttanza a fare alcunché, la mancanza di volontà è essa stessa un’aberrazione. (…) La persona che ha fatto qualcosa di cattivo, limita se stessa trattenendo la doingness in quella direzione. Quando alla lunga ritiene di aver fatto moltissime cose cattive, diventa un withhold totale. Quando la audite, incontrate il fenomeno ricorrente della sua realizzazione che non è stata cattiva quanto pensava di essere. E questo è il bello della cosa. La gente non è mai cattiva quanto pensa di essere e, certamente, gli altri non sono mai cattivi quanto si pensa siano stati.» L. Ron Hubbard (dal libri Introduzione all’Etica di Scientology “Responsabilità”)

Pubblicato in: Tecnicando
Commenti: 17
Pubblicato il 19 Maggio 2012

"Siamo in pericolo quando le persone attorno a noi non si esercitano nelle loro abilità fino ad essere in grado di METTERLE IN PRATICA veramente. C'è una notevole differenza tra un qualcosa che è "abbastanza buono" e l'abilità e la destrezza di un professionista. L'abisso è colmato dalla pratica. Convinci le persone ad osservare, studiare, capire e poi fare. E quando sono arrivate a comprendere la cosa nel modo corretto, convincile a fare pratica, pratica e ancora pratica, fino ad essere in grado di farla da professionisti. C'è una considerevole gioia nell'essere abili, destri e nel muoversi velocemente: ciò può essere fatto con sicurezza solo con la pratica. Tentare di vivere in un mondo ad alta velocità con persone a bassa velocità, non è molto sicuro. La via della felicità si percorre nel modo migliore con compagni di viaggio competenti." L. RON HUBBARD (La Via della Felicità)

Pubblicato in: Tecnicando
Commenti: 16
Pubblicato il 15 Maggio 2012

«Vi state occupando quindi, dei casi più difficili che si possano trovare in tutto l’universo, dato che la riabilitazione di una persona richiede che riabilitiate il suo sapere. Se il suo sapere non aumenta di per sé, la persona non migliora. Vedete, la carica elettrica nel caso è semplicemente un sintomo che misura il suo sapere. Se ha troppa carica il suo sapere è molto basso. Questo fornisce una misura indiretta, della quantità del sapere della persona.» L. Ron Hubbard (Conferenza 6 Agosto 1963 “I cicli di comunicazione dell’auditing”)

Pubblicato in: Tecnicando
Commenti: 17
Pubblicato il 11 Maggio 2012

«Beh, il tono e l’emozione non hanno niente a che vedere con la conoscenza. L’autorità non ha niente a che vedere con la conoscenza. Le cose che io vi dico che sono vere, non sono vere perché ve lo dico io. E se si scoprisse che qualcosa che io vi dico, o abbia mai detto, differisce dall’osservazione individuale (purché si tratti di un’osservazione corretta), allora quel qualcosa non sarebbe vero! Il fatto che io dica che sia vero o meno non ha importanza. Capite?» L. Ron Hubbard (Conferenza 15 Luglio 1957 “Scientology e la conoscenza efficace”)

Pubblicato in: Tecnicando
Commenti: 22
Pubblicato il 12 Apr 2012

farfalla su fiore fucsia «Una scienza è un corpo di verità. Una tecnologia è un corpo di verità. Ora, chi non riesce a confrontare l’azione, pensa che la verità sia un dato di un qualche tipo. Beh, una verità può anche essere un’azione, e il percorso che attraversa tutte le menzogne di una persona, dall’estremo Sud all’estremo Nord, è stato tracciato.» L. Ron Hubbard (Conferenza 27 Settembre 1968 “La Tech Standard Definita”)

Pubblicato in: Tecnicando
Commenti: 43
Pubblicato il 8 Apr 2012

«Quindi, accidenti, se mai proverai ad azzardare una domanda su qualcosa che si trova in una strada di periferia, ti farò sculacciare! E’ la cosa più stupida… Che cosa diavolo ci fa uno, a gironzolare su una strada di periferia? Qui c’è una strada maestra. Percorriamola. Scopriamo quali sono i suoi principi. Non era mia intenzione imprecare contro di te… così dolcemente! Qui c’è una strada maestra! Ora, lascia perdere di gironzolare e imboccala. Non ci sono domande a riguardo. C’è, semplice! E quello che devi fare è una determinata serie di azioni che approdano all’estremo opposto con un risultato assoluto. Quindi all’opera! Boom! E’ tutto quello che c’è da dire.» L. Ron Hubbard (Conferenza 27 Settembre 1968 “La Tech Standard Definita”)

Pubblicato in: Tecnicando
Commenti: 28
Pubblicato il 4 Apr 2012

«Perciò la via d’uscita non si raggiunge dicendo un fantastico: “Apriti sesamo”, oppure con un colpo di bacchetta magica, o qualcosa del genere. Si riporta la persona fuori, attraverso la carica, per evitare la quale, la persona era andata giù. In che cosa consiste la carica? Consiste nelle soluzioni che la persona aveva per l’altra carica che non era riuscita ad evitare, che non aveva voluto e della quale era diventata inconsapevole. Quindi la via che conduce all’interno di questo universo, è costituita da punti consecutivi di inconsapevolezza. E la via che conduce all’esterno, è costituita da punti consecutivi di consapevolezza, ma non affrontando l’intero universo a petto scoperto. No, bisogna trovare il motivo per cui l’individuo non voleva essere consapevole in quei punti e non voleva essere consapevole, perché aveva risolto il problema. Ma che cos’è questa soluzione? Beh, è un problema di ieri. Soluzione di ieri, problema, soluzione, problema, soluzione… sono tutti la stessa cosa.» L. Ron Hubbard (Conferenza 21 Aprile 1964 (Problemi e soluzioni)

Pubblicato in: Tecnicando
Commenti: 26
Pubblicato il 3 Apr 2012

«La debolezza e la forza di un thetan… beh, la sua debolezza è l’unica cosa che lo tiene intrappolato. La debolezza è l’unica cosa che mantiene le masse addosso a lui. La debolezza è l’unica cosa che lo tiene inchiodato. Un thetan può essere intrappolato soltanto quando è debole.» L. Ron Hubbard (Conferenza 19 Marzo 1964 “Rendere flat un procedimento”)

Pubblicato in: Tecnicando
Commenti: 26
Pubblicato il 27 Mar 2012

«La responsabilità è una significanza. I PC la definiscono in vari modi e tutti hanno la tendenza a scappare da essa. I PC in genere fanno finta di preferire di essere vittime, piuttosto che fonte causativa, il che è appunto ciò che non va nei loro casi. Un thetan non ripristinerà la sua abilità finché non sarà sicuro di potersi trattenere dalle cose. Quando scopre di non essere in grado di trattenere, riduce il suo potere. Non si permetterà di essere più potente del grado di potere che egli crede di poter usare. Alla luce di questo materiale e ciò che ora si conosce sulla responsabilità e gli overt, e ciò che fanno al livello di caso, un nuovo tipo di giustizia, che rende completamente inutile punire, viene oggi alla luce. Si può conoscere una persona dal suo livello di caso. Fa dei progressi o no? Designa le altre persone come orchi quando è lei stessa a fare delle cose? O Scientology sprizza da ogni suo poro?» L. Ron Hubbard (HCOB 28 gennaio 1960 “La chiave per tutti i casi: responsabilità”)

Pubblicato in: Tecnicando
Commenti: 17

Pagine

Subscribe to Tecnicando