Cos’hanno in comune?

rathbun - claudio lugli

Qualche giorno fa sul sito americano martyrathbunblog.com hanno posto un interessante quesito: cos’hanno in comune Marty Rathbun e Claudio Lugli?

Hanno annotato quanto segue:

Marty Rathbun ha ricevuto un elettroshock nel 1956, mentre ancora era nel grembo di sua madre.

Claudio Lugli, quando era un hippy, si è fatto parecchi trip di LSD. Quando uno di questi trip gli è andato male è finito in una clinica psichiatrica per 10 giorni. Claudio ha un problema di identità. Sul suo blog pubblica commenti con identità multiple per dare la falsa impressione che ci siano molte persone che scrivono commenti.”

In effetti, questa abitudine di Claudio e Renata Lugli l’abbiamo già descritta nell’articolo Squirrel: se li conosci li eviti, quindi non è una novità per noi.

Siamo certi che i due, oltre a condividere realtà allucinatorie, al fatto di essere dei voltagabbana e a spacciarsi per Scientologist, abbiano anche parecchie altre cose in comune.

Chi si assomiglia si piglia, dicevano i nostri nonni. Proverbio prevalentemente usato per descrivere l’abitudine delle canaglie a fare comunella. Anche Ron lo ha scritto nell’HCO Bullettin “La Mente criminale”:

«GLI INDIVIDUI CHE HANNO UNA MENTE CRIMINALE TENDONO A METTERSI IN COMBUTTA, DATO CHE LA PRESENZA DI ALTRI CRIMINALI VICINO A LORO TENDE A COMPROVARE LE LORO IDEE DISTORTE SULL’UOMO IN GENERALE.» – LRH

E in effetti Rathbun e Lugli hanno l’abitudine comune certamente criminale di usare senza autorizzazione la tecnologia di Scientology coperta da trademark e copyrights. Hanno l’abitudine truffaldina  di consegnare a pagamento servizi di Scientology sapendo di non dare i risultati promessi. Entrambi hanno la tendenza molto poco onesta di non onorare i propri debiti. Hanno entrambi un passato di fallimenti e l’incapacità  di far funzionare qualsiasi attività produttiva.

Quindi, la risposta alla domanda “cos’hanno in comune?” è: un bel mucchio di overt simili e la tendenza a tradire e causare danni.

tiziano lugliMa c’è un’altra cosa che hanno in comune: Tiziano Lugli.

Non è stato sempre un rapporto idilliaco, sappiamo che Claudio e Tiziano hanno avuto contrasti pesanti qualche tempo fa.

Lo stesso Francesco Minelli, ex amico dei Lugli ed ora squirrel in proprio, ha scritto sul suo blog che si è trovato a far da paciere tra di loro, dopo che padre e figlio si erano pesantemente scornati.

Minelli non lo dice, ma i dissapori nascevano dal parassitismo di Tiziano che papà Claudio non era più disposto a tollerare (da che pulpito). Sembra che il suocero Sorrentini non fosse più disposto a mantenere il genero nullafacente.

Eppure, prima che il comune squilibrio di Marty Rathbun e Claudio Lugli li facesse avvicinare per iniziare la comune carriera di parassiti di Scientology, fu proprio Tiziano che fece scoccare la scintilla tra i due.

All’inizio dell’articolo Rathbun e la CNN sbugiardati – prima parte, risalente all’aprile 2011, facevamo cenno alla “curiosa coincidenza” riguardante la nascita del blog squirrel ora gestito dai coniugi Lugli.

L’argomento l’avevamo ripreso anche in altri articoli per evidenziare che chi diede inizio alla saga squirrel dei Lugli fu proprio Tiziano. Fu lui il trait d’union tra Marty Rathbun e Claudio Lugli.

Infatti, il blog dei coniugi Lugli fu aperto dal figlio Tiziano, che pubblicò il suo primo articolo il 25 marzo 2010 parlando dell’imminente show anti-Scientololgy della CCN diretto da Anderson Cooper (cercare “CNN” sul sito), che  sarebbe iniziato il 29 marzo seguente.

All’epoca i coniugi Lugli facevano ancora finta di essere Scientologist in buoni termini con la Chiesa, ma stavano mentendo come al solito. Tiziano intanto stava facendo il suo sporco lavoro di propaganda per conto di Rathbun.

Infatti, una settimana dopo l’apertura del blog, mentre traduceva e pubblicava gli articoli sulle puntate dello show della CNN, Tiziano intratteneva la seguente conversazione su face book con l’ormai defunta Maria Pia Gardini:

post tra tiziano lugli e maria pia gardini

Quel che hanno in comune Marty Rathbun e Claudio Lugli è proprio Tiziano che,  portatore di uno squilibrio simile, è stato l’elemento catalizzante.

Tant’è che, alle preoccupazioni della Gardini sul fatto che il fratello fosse “fortemente condizionato dai genitori”, Tiziano ha proposto un contatto telefonico precisando “ti spiego meglio il tutto, specialmente la sit. dei miei”.

L’amorevole figlio e fratello aveva già abbondantemente convinto i suoi genitori e, mentre iniziava a diffondere anche in Italia il verbo di Rathbun col suo blog, procedeva l’opera tentando di allontanare anche il fratello dalla Chiesa di Scientology.

Chi si assomiglia si piglia, e così è stato per Tiziano, Claudio, Renata Lugli, Maria Pia Gardini e Marty Rathbun. Ma il fratello Flavio non gli assomiglia proprio.

Etica e Verità


Per commentare l'articolo vai al forum.

Pubblicato in: 
Personaggi: