La “triste arte” di un “Artista” squirrel

quadro urlo

Mentre gli squirrel proseguono nell’attività in cui sono divenuti a mano a mano imbattibili – ossia quella di coprirsi di ridicolo– la maggior parte di loro vengono smascherati per ciò che sono realmente e adeguatamente etichettati come SP (persone soppressive).

L’apparenza brillante che tentano di costruirsi per mezzo di Internet, per lo più sfruttando l’anonimato di uno pseudonimo, è sempre la punta dell’iceberg, ma non riescono a nascondere il fetore proveniente dal letamaio dei loro overt.

Quando costoro vengono smascherati, viene messa in luce tutta la loro piccolezza e la meschinità del loro operato.

Da qualche tempo un utente che si firma “Artista” ha fatto capolino fra gli squirrel e ne sostiene l’operato. Cominciamo a descriverne la figura mostrando un suo recente tentativo di depistaggio (a proposito della sua zona di provenienza), fallito come del resto falliscono inesorabilmente tutti gli squirrel nei loro intenti malevoli.

post di artista

In realtà l’amico e la moglie di cui parla sono proprio “Artista” e sua moglie, ma è evidente che pensieri contorti e menzogne spudorate sono all’ordine del giorno per questa gente.

D’altro canto, “Artista” è un grande ammiratore di Claudio Lugli e di sua moglie Renata, perciò ben si comprende di quale basso livello dev’essere la sua etica e quando accentuata, invece, dev’essere la sua propensione per la falsità e per il tradimento.

A parole, “Artista” è un fan della tech di Ron. Per l’appunto: solo a parole, perché la verità dei fatti (come mostra la parte seguente di questo articolo) ha tinte ben più fosche.

Questo “Artista” (le virgolette sono d’obbligo e presto il lettore capirà il perché) comincia a pubblicare i suoi commenti sul sito squirrel della famiglia Lugli il 3 Luglio 2011, ma fin da subito vuol far sapere di essere un sostenitore già da tempo:

post di artista

Quindi, per dirla come lo direbbe un Funzionario di Etica (o più semplicemente uno Scientologist sano o un cittadino dotato di raziocinio), si tratta di qualcuno che vuole rimanere nascosto perché teme il confronto diretto, e che già da tempo è entrato in accordo con l’entheta assorbito sul sito degli squirrel e ha iniziato ad attribuire ad esso il suo appoggio.

Da lì in avanti è stata un’escalation di commenti ingiuriosi nei confronti delle Org della sua zona (Germania), del management superiore (ovviamente), della campagna delle Org Ideali, delle Org Avanzate, e chi più ne ha più ne metta.

Il suo modo di commentare è alquanto peculiare: storpiatura delle parole per offendere, volgarità cariche di odio, accuse lanciate senza alcuna reale circostanza e senza consentire ai destinatari di difendersi, ecc. Insomma, un repertorio di motivatori torbido e grondante di astio e di risentimento.

Il materiale da cui attingere per inserire qualche esempio dell’entheta di “Artista” sarebbe stato copioso, ma s’è scelto di non farlo per non dare spazio ai suoi deliri di scemenza; se n’è invece selezionato uno, su tutti, che rende bene l’idea della “profondità di pensiero” di questo presunto (o sedicente) “Artista”:

post di artista

C’è un HCOB di Ron, ben noto soprattutto ai diplomati del Corso PTS/SP, dal titolo, “BURLONI E DENIGRATORI”, Serie del C/S n° 100, del 5 Febbraio 1977:

«La gente, secondo un vecchio principio, se non capisce qualcosa, a volte se ne prende gioco.

Tuttavia, una recente investigazione sul passato e sulla condizione di caso di un’esigua quantità di persone che si burlavano del loro posto e delle persone intorno a loro, ha rivelato una scena, in una certa misura, più sinistra.

Ognuna di queste persone ricadeva in una o più delle categorie che seguono:

1. Erano rock slammer (alcuni di Lista 1).
2. Erano casi da istituto per malati mentali.
3. Erano casi da “nessun miglioramento di caso” (la cui unica causa sono overt continui commessi in tempo presente).
4. Erano seriamente PTS (fonti potenziali di guai) (connessi a rock slammer).

(…)

Si scoprì  che tutte le persone investigate erano legate a statistiche in declino, sia averle che causarle. Le loro aree erano inturbolate. Almeno uno di quei burloni stava fisicamente mandando via dall’org studenti dei corsi di base.

In alcune aree culturali, l’arguzia e l’umorismo sono considerati uno sfogo salutare. Tuttavia, quando si tratta di org, si è riscontrato che questo non era il caso. Lo scopo diretto era la distruzione intenzionale dell’org o degli altri membri dello staff.

(…)

Il burlone fa pubblicità ai propri sintomi. Inoltre fa pubblicità a un’area dell’org dove c’è inturbolazione, statistiche in calo e membri dello staff maltrattati.» - Ron

E quando Ron scrive “almeno uno di quei burloni stava fisicamente mandando via dall’org studenti dei corsi di base”, sembra proprio voler descrivere questo squirrel che utilizza un nome di “Artista”. Infatti, in alcuni suoi commenti, questo utente descrive alcune azioni di Terza Parte che fa ogni qualvolta viene in contatto con altri Scientologist, ai quali nasconde accuratamente la propria partecipazione con gli squirrel. Quindi incoerente oltre che menzognero. Un traditore in ogni senso.

Ma vediamo, ora, chi è questo tizio che si dà tanta importanza e si erge a giudice della Chiesa di Scientology (peraltro con una sentenza già scritta dai suoi compari).

Il suo vero nome è Freddy Fioravanti. Tedesco, nato da padre Italiano.

Eccovene una foto:

freddy fioravanti

Freddy esercita la sua occupazione spaziando in vari campi, dalla pittura alla fotografia, alla coreografia, alla preparazione di costumi per eventi teatrali e simili.

Però – come i suoi commenti – anche la sua professione e il modo in cui la esercita hanno una peculiarità: forse il livello di tono? Proviamo ad esaminarla più da vicino.

Qui di seguito una sua opera, piuttosto emblematica della sua vena:

quadro fioravanti

Quest’altra invece è tratta dal suo sito Internet:

quadro fioravanti

E anche questa:

fotografia fioravanti

E questa:

quadro fioravanti

E questa:

fotografia fioravanti

E questa:

quadro fioravanti

Nota (ci scusiamo per la schiettezza, ma ci è parso di essere più veritieri e democratici evitando censure): la scritta nel quadro dice “fuck the school – fuck the parents”, ossia “fanculo la scuola – fanculo i genitori”.

Questa che segue invece è una creazione di cui Freddy sembra andare alquanto fiero:

fioravanti tra due "opere"

Ci fermiamo qui, anche se ci sarebbero tinte più forti da mostrare.

Non facciamo alcun tipo di commento sulle opere di Freddy, perché l’arte è un soggetto che va compreso bene e ci sembra giusto che siano i lettori a farsi un’idea personale.

Paragoniamo, però, quanto vi abbiamo mostrato a quello che Ron dice in proposito.

Nell’HCOB 26 Febbraio 1984 II, Serie dell’Arte 15, “ARTE E INTEGRAZIONE”, Ron dice:

«Lo scopo dell’arte è quello di comunicare il MESSAGGIO che si intende comunicare.
Il messaggio è ciò che si vuole che qualcuno pensi delle cose. Non è una descrizione delle cose. È ciò che comunica un significato.

I messaggi possono consistere in emozioni, sensazioni, desideri, ribrezzo… in pratica, qualsiasi cosa si sia in grado di pensare. L’elemento predominante è l’idea. La tecnica esiste per esprimere l’idea e per darle impatto e potenza.» - Ron

Nell’HCOB 30 Agosto 1965R I, Serie dell’Arte 1, “ARTE”, Ron dice:

«Definizione di base: “ARTE” è una parola che riassume LA QUALITà DELLA COMUNICAZIONE.» - Ron

Lasciamo il lettore, a questo punto, solo con una domanda: di che qualità è il messaggio e la comunicazione di “Artista”?

A nostro personalissimo avviso, si può proprio dire che Freddy abbia lanciato una nuova categoria espressiva: la “Trist’Art”!

Una comunicazione nemmeno triste, per l’appunto, ma «trista» nel senso letterato del termine, cioè sciagurata, motivata dalla malvagità: in altri termini, entheta, di tono basso (verrebbe da dire: nella banda fra “sacrificio” cioè -6,0 e “vittima” cioè 0,1) e con un’etica completamente disallineata rispetto a quella di uno Scientologist, ma in perfetto allineamento con le sue attività squirrel.

Non è affatto strano tutto ciò per chi conosce bene i dati del Corso PTS/SP: infatti era da almeno un anno che Freddy e sua moglie (Mira Fioravanti) attaccavano il management; lo avevano fatto anche in Novembre dell’anno scorso, quando parteciparono a uno speciale briefing tecnico presso l’Org Ideale di Berlino e a un certo punto cominciarono a sputare dati falsi e entheta inturbolando la riunione.

Il 13 Agosto 2012, nel tentativo di aiutarli a chiarire la loro situazione, due staff di HCO Berlino andarono a casa dei Fioravanti per consegnare loro un assegnamento di condizione e cercare di portarli a comprendere le policy di etica, ma la loro reazione fu furiosa e Freddy assunse un atteggiamento violento. Nemmeno questo suona strano: si potrebbe dire che avevano ormai già assunto la valenza dell’SP cui si erano asserviti, Marty Rathbun, e stavano cominciando a drammatizzarne la condotta.

Infatti, il giorno stesso Freddy, sua moglie e sua suocera (Rosl Reddy, Rosl è il nome di battesimo) comunicarono di aver “abbandonato la Chiesa”. Ad ogni buon conto, l’avevano già fatto da tempo, tradendo segretamente la fiducia dello staff e degli Scientologist e lavorando contro le Org all’insaputa di tutti.

Freddy era giunto all’Org di Berlino anni prima da Francoforte, dove aveva gestito un ristorante. Purtroppo non c’era verso che mettesse a posto l’etica quanto a finanze e tasse, malgrado i richiami da parte di HCO. Ecco la sua punta dell’iceberg. Chissà cos’altro stava combinando, per ridursi a diventare l’SP che è ora.

Abbiamo chiesto che l’Org di riferimento dei Fioravanti (Berlino) venga avvisata, così che lui, sua moglie e la suocera, tutti personaggi e interpreti del baraccone Lugli/Rathbun vengano dichiarati da HCO per quello che sono, SP e PTS senza speranza di miglioramento.

Etica e Verità

(Ringraziamo Taliesyn per l’ottimo lavoro di ricerca svolto)


Per commentare l'articolo vai al forum.

Pubblicato in: