Liberatore, oppressore o leader?

testa schiacciata

Non è interessante che Marty Rathbun si senta libero di pubblicare commenti allucinatori e denigratori sparando a zero contro L. Ron Hubbard, Scientology e gli Scientologist, ma se qualcuno osa prendere una posizione contraria alla sua va su tutte le furie?

Se qualcuno osa opporsi al suo punto di vista cercando di spiegarne i motivi, ecco che Rathbun se la prende direttamente con la leadership ecclesiastica di Scientology.

Marty è così ossessionato dall’argomento leadership che si sente costretto a lagnarsene in continuazione e a giustificare ogni cosa che fa e dice per cercare di sminuire (o per lo meno questo è ciò che lui crede) l’obiettivo della sua campagna di odio.

L’ossessione di Rathbun deriva da un semplice fattore: gli è venuta a mancare la posizione di leadership che una volta aveva e della quale ha abusato abbondantemente.

Ora sta disperatamente cercando di riconquistarla in un altro modo, in un altro gruppo.

A volte ci chiediamo se per caso Marty Rathbun non abbia letto il libro Liberazione e Leadership: Un Approccio Psicologico di Sean Ruth. Nel suo libro l’autore spiega come essere un vero leader inquadrando la leadership nell’ottica della liberazione.

Ci sono svariati commenti dove Marty Rathbun raffigura se stesso nel ruolo di un liberatore, ma sono nemici immaginari. Marty vive costantemente in un film senza fine dove lui gioca il ruolo del protagonista.

In un’occasione ha chiamato il suo posto Casablanca , forse pensando di essere Humphrey Bogart. In un’altra impersonava Wyatt Earp, personaggio del film Tombstone, dicendo a qualcuno che aveva fino al tramonto per dargli quello che chiedeva, altrimenti sarebbe stato peggio per lui.

O forse Marty Rathbun crede di essere Simon Bolivar che sta “ liberando ” il mondo dagli oppressori spagnoli. E’ proprio un peccato che Marty non si sia specchiato con attenzione e reso conto che lui è l’unico oppressore di cui dovrebbe occuparsi.

La domanda è: Marty Rathbun è il Liberatore o il Leader?

La risposta è semplice: né uno, né l’altro, lui è l’Oppressore.

Etica e Verità


(tratto da www.martyrathbunblog.com ; ringraziamo Athena per la traduzione)


Per commentare l'articolo vai al forum.