Marty il “Simpaticone”

 “Una volta Rathbun mi parlò dei pestaggi che faceva e mi disse che io stavo commettendo grosse trasgressioni nei suoi confronti, perché lui non voleva essere violento, ma io lo costringevo a esserlo e quindi, io gli stavo facendo commettere un overt.”

nonna lupoCome potrete leggere nelle testimonianze che seguono, Marty andava soggetto a cambiamenti di umore repentini e ingiustificati, proprio come il personaggio di Jekill e Hide.

LRH spiega bene questo fenomeno nel libro Scienza della Sopravvivenza: “Lo schizofrenico della psichiatria, l’individuo che passa da un’identità all’altra, in Dianetics è chiamato ‘Caso di Valenza’ ”.

Una definizione di Valenza di LRH è: “La personalità di uno dei personaggi di un dramma in un engram”. (DMSMH)

UN EX AMICO STAFF: “Un giorno Marty Rathbun mi disse di aver spaventato uno staff a tal punto che il tipo se l’era fatta addosso. Mi raccontava la cosa sorridendo, come se stesse parlando di un trofeo appena vinto. Rathbun è un teppista psicotico, proprio come Jack Nicholson nel film Shining o Jekill e Hide: a tratti è un ragazzo amichevole e sorridente che ti prende sottobraccio, qualche minuto dopo ti pesta in uno scatto psicotico di rabbia”.

UN GIOVANE STAFF: “Marty mi ha urlato contro, afferrandomi per la camicia da sopra il tavolo e sollevandomi dalla sedia, poi mi ha fatto sbattere contro la parete continuando a urlare. Non sapevo neanche cosa volesse da me, ma mi sentivo indifeso, provavo terrore perché molto più piccolo di lui e, a quel punto, ero disposto ‘a dire qualsiasi cosa per farlo smettere.  Poi mi ha afferrato nuovamente tirandomi verso una parete dove ho sbattuto contro una fotografia facendola cadere e mi ha poi ‘lanciato’ giù dalle scale. A quel punto sono crollato e ho iniziato a piangere, chiedendogli di smetterla per favore. Il suo comportamento era scioccante e veramente psicotico”.

EX-SEGRETARIA DI RATHBUN: “Sono stata la segretaria di Marty Rathbun. Per intimidire lo staff usava violenza fisica e minacce. Durante le riunioni aveva scatti d’ira e di violenza. In un’occasione particolare, non avendo gradito una risposta che aveva ricevuto, si è alterato andando su tutte le furie e ha strappato il telefono dalla parete lanciandolo verso lo staff la cui risposta non l’aveva soddisfatto, per fortuna, mancandolo".

“In altre occasioni aveva lanciato un evidenziatore appuntito contro uno staff (sbagliando la mira di poco), mentre continuava a urlare agli altri che avrebbe loro spezzato le gambe e lanciando invettive. Altra cosa che faceva era quella di ridicolizzare uno staff davanti a tutti. Tutto ciò mi fece prendere la decisione di non voler più lavorare con lui, era diventata una cosa molto dolorosa, sia a livello fisico sia mentale”.

“In un’altra occasione l’ho visto attaccare fisicamente uno staff e spiaccicarlo contro una parete perché il tipo non stava dicendo a Rathbun quello che lui voleva sentirsi dire. Un’altra volta ha assalito uno staff gettandolo a terra, perché non era soddisfatto della risposta che gli aveva dato”.

pugno chiuso con la scritta odioSTAFF ULTRA SESSANTENNE: “Guardiamo Rathbun per quello che è, indubbiamente quest’uomo è uno psicotico e un bullo. Mi è capitato di stare in piedi davanti a lui mentre facevo rapporto di qualcosa. Lui era seduto alla sua scrivania e quando non gli piaceva quello che gli dicevo, improvvisamente iniziava a stringere le mascelle e i pugni, si alzava dalla scrivania e mi sferrava un pugno. Ha fatto questo con me almeno 5 o 6 volte. Una volta mi ha colpito al petto così violentemente che mi ha mandato a sbattere contro un bancone e sono caduto all’indietro sbattendo la testa su uno scaffale. Ho visto le stelle e la mia schiena era dolorante”.

“In una dozzina di occasioni Rathbun è scoppiato in scatti d’ira ed è venuto nel mio ufficio mentre stavo lavorando. Da dietro la mia sedia, per nessun motivo e senza dirmi niente, mi ha colpito alla testa molto violentemente”.

“In più di un’occasione è corso nel mio ufficio e da dietro ha dato un calcio alla mia sedia e mandandomi a terra, e ha poi iniziato a gridarmi contro mentre mi dava calci mentre ero ancora steso sul pavimento”.

“In tre o quattro occasioni, durante una conferenza dove altre persone erano presenti, si è tuffato attraverso tavolo e mi ha fatto cadere dalla sedia e mentre ero a terra, ha iniziato a darmi pugni e urlarmi addosso”.

“Era veramente insano sul soggetto della violenza fisica e, oltretutto, qualche ora dopo l’accaduto era capace di venire da me e dirmi “Ciao, come va?” e sorridermi, mettendomi un braccio intorno alle spalle.

Era come vivere in un film dell’orrore e francamente è stato uno dei periodi più spaventosi della mia vita”. “Una volta mi parlò dei pestaggi che faceva e mi disse che io stavo commettendo grosse trasgressioni nei suoi confronti, perché lui non voleva essere violento, ma io lo costringevo a esserlo e quindi, io gli stavo facendo commettere un overt. Questo pensiero è veramente psicotico e quindi iniziai a evitarlo per quanto possibile, perché non potevo predire che altro mi avrebbe potuto fare”.

“Quando Rathbun fu rimosso dal suo posto, per la mia vita è stato un grosso sollievo.”

UN EX-AMICO STAFF: “Era una persona subdola, lo era anche con me e terrorizzava le persone. E’ una persona che mi ha attaccato violentemente senza alcun motivo in più di un’occasione. Una volta Rathbun mi ha fisicamente aggredito facendomi rimbalzare contro una parete e procurandomi delle ferite”.

“Un’altra volta mi ha preso a pugni picchiando la mia testa contro la parete dove ho inavvertitamente sbattuto contro un quadro che è caduto ferendomi. E’ stato mortificante. Rathbun, coerente con il suo modo di fare, ha precisato che ‘avrei dovuto riparare la fotografia che avevo danneggiato’, il che dimostra il suo grado di demenzialità”.

“Ho visto Mark Rathbun volare addosso a uno staff e atterrarlo, cosa che sfortunatamente anch’io ho sperimentato. Agiva in modo da creare un clima di paura e t’infliggeva delle punizioni se osavi esprimere un parere diverso dal suo”.

L. Ron HubbardL. RON HUBBARD:

“Il vero carattere di questa gente è di solito mascherato in molti modi. Sono esperti solo dell’inganno e possono camuffarsi in molti modi.

A volte, parlando con loro, qualcuno potrebbe pensare di parlare al suo migliore amico, peccato che anche il coltello nella propria schiena è stato piantato da loro”.


Per leggere i commenti all'articolo sul vecchio blog visita questa pagina.

Per continuare a commentare l'articolo vai al forum.