Marty Rathbun: chi crede a uno spacciatore di Dati Falsi?

(Grazie per i preziosi contributi di Athena)

“Una bugia è un’alterazione di tempo, luogo, avvenimento o forma. Una persona fa una cosa e ne dice un’altra o vede una cosa e dice che è qualcos’altro”. “La verità è l’esatta considerazione; l’esatto tempo, luogo,  forma e avvenimento. Il fallire di scoprire la verità causa stupidità”.

- L. Ron Hubbard (Creazione dell’Abilità Umana)

pesce mangia pesceQuel che abbiamo scritto di recente sulla connivenza di Marty Rathbun e della sua banda con i nemici di Ron e di Scientology, oltre a causare stupore e indignazione, ha sollevato una domanda da parte dei nostri lettori: “come mai, nonostante le numerose prove delle nefandezze commesse da Rathbun, le persone credono alle sue bugie e accettano per buona la sua versione distorta dei fatti?”.

Possibile che costoro siano improvvisamente diventati tutti stupidi?

Com’è possibile che qualcuno non riesca a vedere che Marty si sta macchiando di molteplici atti soppressivi, tra i quali l’applicazione squirrel della tech di LRH e la connivenza con nemici storici del nostro Fondatore e di Scientology?

È un discorso che, qua e là negli articoli pubblicati finora e in numerosi commenti, abbiamo già affrontato. Ma cerchiamo di capire meglio il fattore tecnico in gioco.

Alcuni Scientologist, leggendo o sentendo le falsità che Marty Rathbun spara, semplicemente le catalogano per quello che sono: bugie.

Altri invece ci abboccano e, nonostante fatti e prove messi a disposizione, rifiutano l’evidenza dei fatti.

Perché davanti agli stessi “dati” forniti da Rathbun si verificano questi due tipi di reazione diametralmente opposti?

Nei recenti commenti scritti da un paio di utenti (Mario D. e Leonard) è emerso chiaramente che gli squirrel indipendenti che recentemente hanno dichiarato che lasciavano la Chiesa, Stefano Scarpa e Maurizio Serafini erano Scientologist per modo di dire (vedere commenti agli articoli “La Strana Amiciazia di Marty e Monique Rathbun” e “Marty Rathbun: Una Personalità Anti-Sociale”).

Approfondiamo questo argomento:

PRIMO: Per fortuna quelli che “abboccano” alle bugie di Rathbun sono pochi, non sono “le persone” in generale.

SECONDO: Si dovrebbe osservare che la maggior parte di chi ha deciso di seguire Rathbun sono persone che erano già fuori dalle linee (fisicamente o spiritualmente, per motivi differenti) o inattive da molti anni. Da quanto scrivono risulta evidente  che non hanno veramente compreso i concetti più fondamentali di Scientology, anche se alcune di loro si vantano di avere un alto livello di addestramento o di caso (Vedere articolo “Squirrel Ignoranti e Criminali – Parte Prima).

TERZO: Ognuna delle persone del precedente punto due DEVE credere alle bugie che Marty Rathbun sta loro raccontando.

Ci sono molti riferimenti di Ron che trattano questo soggetto: quello che riportiamo qui sotto spiega  il fattore tecnico del perché qualcuno è incline ad accettare dati falsi.

Abbiamo già pubblicato qualcosa di simile tempo fa, ma è utile ribadirlo adesso che stiamo inquadrando chi sono veramente costoro.

E’ un estratto della HCO PL 7 agosto 1979 “Rimozione di Dati Falsi” di L. Ron Hubbard.

PROPENSIONE AD ACCETTARE DATI FALSI 

“Qualche persona è propensa ad accettare dati falsi. Questo proviene da overt commessi prima che il dato falso venisse accettato. Il dato falso poi agisce come una giustificazione per l’overt.

Un esempio di questo è uno studente che studia oltrepassando parole mal comprese in un soggetto, che imbroglia all’esame e che alla fine abbandona interamente il soggetto. Poi qualcuno arriva e gli dice che il soggetto non è di alcuna utilità e che è distruttivo. Ebbene, egli afferrerà immediatamente quel dato e ci crederà perché ha bisogno di qualcosa per giustificare gli overt che ha commesso in precedenza.

Questo in realtà entra nell’ambito dei facsimili di servizio poiché la persona userà dati falsi per dar torto al soggetto o ad altre persone.

Così se si vede qualcuno che è molto propenso ad accettare dati falsi su un particolare soggetto o in generale, la soluzione è di fargli rivelare gli overt precedenti. A quel punto la persona non avrà più bisogno di giustificare i suoi overt, accettando qualsiasi dato falso in cui si imbatte”.

Questo spiega come mai i dati falsi attecchiscono su alcune persone e non su altre. Non penso ci sia altro da commentare. Come dice LRH nel riferimento citato qui sopra, la soluzione è “di fargli rivelare gli overt precedenti. A quel punto la persona non avrà più bisogno di giustificare i suoi overt, accettando qualsiasi dato falso in cui si imbatte”.

Purtroppo chi ha deciso di seguire Marty Rathbun nella sua folle avventura ha eliminato, definendoli arbitraria,  il soggetto dell’etica, dello scrivere overt e withhold, delle verifiche di sicurezza, quindi sarà difficile aiutarli.

Etica e Verità


Per leggere i commenti all'articolo sul vecchio blog visita questa pagina.

Per continuare a commentare l'articolo vai al forum.