Marty Rathbun: come sfruttare il lavoro di altri e vivere infelici

“Uno dei modi in cui un SP opera per arrestare un’attività o fermare un’Abbondanza consiste nello scegliere il personale chiave e diffondere storie pazzesche, false e preoccupanti sul suo conto”.

L. Ron Hubbard
(Libro Introduzione all’Etica di Scientology)

cattivo contratto

Questa frase di LRH, presa come le altre che seguono da Libro Introduzione all’Etica di Scientology, descrive perfettamente l’attività soppressiva che Marty Rathbun sta portando avanti quotidianamente.

Cos’altro dice LRH riguardo a persone che, come Rathbun e la sua corte, hanno come unica e costante attività quella di spargere dicerie?

“Dicerie Sfrenate – Questo sintomo è causato dalle Fonti Potenziali di Guai. Trovate la persona con un caso che fa Roller Coaster (migliora, peggiora). Indagate. Scoprirete un Soppressivo o due fuori dall’org.”

L. Ron Hubbard

Ogni giorno che passa Rathbun dimostra che la sua dichiarazione di Persona Soppressiva è più che meritata. Espulso dalla Chiesa che ha cercato di distruggere in tutti i modi, lavora relegato nella sua baracca ben lontano da ogni org, e da lì sparge bugie, pettegolezzi e calunnie.

“UN BUON MANAGER IGNORA LE DICERIE E AGISCE SOLO BASANDOSI SULLE STATISTICHE.  

Se nel corso degli anni avessi dato retta a tutti i pettegolezzi, non avremmo nessuna org. Io di solito non ascolto e, se lo faccio, mi spingo soltanto fino all’ispezione delle statistiche.

E’ facile disciplinare i membri dello staff ed è difficile disciplinare il pubblico. Un executive pigro disciplina solo il personale. Per affrontare il pubblico, ci vuole più capacità di stare di fronte”.

L. Ron Hubbard

Se una persona osservasse quello che Rathbun fa invece che ascoltare il suo “PR”, le sue finzioni, le sue ovvie bugie, cosa apparirebbe in modo evidente?

Che non ha statistiche.

Marty Rathbun non ha portato nessuno in Scientology. Non gli si può neanche dar credito di aver convinto qualcuno a unirsi alla sua versione pervertita di Scientology. Il suo solo “pubblico” sono le persone che si sono auto-isolate da Scientology e dalla Chiesa a causa delle loro azioni anti-sociali e la maggior parte di loro sono persone che erano già state dichiarate soppressive.

Basta guardare la scena degli squirrel italiani conosciuti. Sono per la maggior parte dichiarati SP, alcuni ben prima della loro adesione a quel gruppo e parecchi altri erano già fuori da Scientology da anni.

Marty Rathbun è riuscito a dare un (1) libro solo a una persona, ma solo perché l’aveva gettato nella spazzatura e questa persona, lo spazzino, l’aveva recuperato e se l’era tenuto.

Marty Rathbun pontifica riguardo alla necessità dell’addestramento, ma non addestra nessuno. Lui stesso non ha certificati validi e si è lasciato alle spalle una scia di casi rovinati quando se n’è andato dalla Chiesa, casi che TUTTORA, a distanza di anni, stanno venendo riparati; percorre procedimenti avanzati con preclear sui gradi inferiori e si rifiuta di seguire anche le pubblicazioni tecniche più fondamentali.

Le deviazioni dalla tecnologia standard di Marty Rathbun sono ormai leggendarie e spaziano dal non tenere i fogli di lavoro di una seduta, all’utilizzo di E-meter scaduti, dal fare “Supervisione del Caso sulla sedia” al non fare esami al preclear dopo la seduta, fino al rifiuto di usare la tecnologia di overt e withhold su sé stesso e sugli altri. Si potrebbero riempire pagine su pagine con i suoi crimini e alti crimini tecnici, e sono solamente quelli che conosciamo, non quelli che sta nascondendo con cura.

Marty Rathbun non ha mai lavorato in un’organizzazione di servizio, né ne ha mai migliorata una nonostante le bugie che ha raccontato sul suo passato al fine di promuovere la sua immagine. Tutto ciò che sa riguardo alla consegna dell’auditing e all’addestramento di Scientology è ciò che ha sentito da altri.

L’unico addestramento ricevuto da Marty Rathbun è quello che gli è stato offerto come possibilità per riabilitarsi dopo aver commesso una serie di atti psicotici, aver sabotato progetti e fallito nel produrre qualcosa di valore.

Rathbun non si è mai veramente e onestamente addestrato sui materiali di Sorgente e non vuole che altri lo facciano. Sa molto bene che se lo facessero, capirebbero quanto è lontano dagli standard e quanto grave è il suo modo squirrel di applicare la tecnologia. Le sue chiacchiere sull’addestramento sono solo un altro tentativo di distrarre le persone dalle sue vere intenzioni: quelle di mantenere le persone nell’ignoranza facendo finta di “aiutare”, senza rischiare che qualcuno smascheri la sua valenza distruttiva mettendolo “in pericolo”.

Marty Rathbun continua a parlare di addestramento, ma non è capace di organizzare affinché questo succeda. Anzi, sostiene che le organizzazioni non servono per praticare Scientology.

E se voi riuscite ad evitare di farvi abbagliare dall’unico “prodotto”che produce: dicerie insidiose e fuorvianti, e guardaste i fatti, non sareste sorpresi di costatare che:

  • La “carriera ecclesiastica” di Marty Rathbun brilla per la mancanza di prodotti. L’unica statistica che ora Marty è in grado di mostrare è “Numero di Bugie Ben Dette” (NBBD) riguardo alla sua perizia tecnica, i suoi “prodotti” e il suo passato.
  • Le persone produttive e creative che gli avevano dato fiducia in passato quando lavorava nella Chiesa, quelle stesse persone che ora Rathbun critica, conoscono la verità: Rathbun non era una persona che creava, bensì distruggeva. Ha creato solo catastrofi riuscendo a farla franca per molto tempo e distruggendo la fiducia che altri avevano riposto in lui.
  • Mentre gli altri membri dello staff lavoravano onestamente, ottenendo i prodotti richiesti e necessari, superando difficoltà e ostacoli, Rathbun aveva fatto della distruzione una ragione di vita. Le sue mete erano causare scompiglio e conflitti e tirare per le lunghe situazioni così da distrarre le forze esistenti dal raggiungimento delle mete di Scientology.

Rathbun era completamente consapevole di quanto stava facendo e del modus operandi soppressivo che aveva adottato. Sapeva che in realtà non era in grado di stare alla pari con il suo senior ed è questo punto, ieri come oggi, che rappresenta un’ossessione per Rathbun, che deve sempre aver ragione.

Per un po’ di tempo Marty Rathbun ha sfruttato il potere e prestigio di un gigante. Ora cerca di farlo a pezzi, ma questa folle possibilità esiste solo nei suoi deliri.

Nel profondo della sua piccola anima corrotta, Rathbun sa che tutto questo rimarrà solo un sogno, perché sa di non essere capace di vendere un libro a una persona nuova, e tanto meno di essere in grado di risolvere una situazione, far andare avanti un’organizzazione, o produrre qualcosa di positivo.

Rathbun se ne sta nell’ombra, attaccato alle code del frac di questo gigante, nella speranza parassitica che la sua grandezza venga in qualche modo associata a lui. Ma l’unico epitaffio che Marty riceverà, era già stato scritto tanto tempo fa da L. Ron Hubbard:

“Di fatto, il criminale, ha rinunciato alla sua vita e a un suo qualsiasi valore anche se non viene “preso” o “punito”, poiché, alla lunga, egli ha preso se stesso e si è punito per l’eternità”. 

L. Ron Hubbard 

Etica e Verità


Per leggere i commenti all'articolo sul vecchio blog visita questa pagina.

Per continuare a commentare l'articolo vai al forum.