Marty Rathbun e il Circo di Ursula Caberta

Il Circo di Ursula Caberta
Ospite d’Onore: Marty, il Cane Parlante

caberta con in braccio il cane rathcanIn occasione del suo recente viaggio in Germania, Marty Rathbun si è esibito nel piccolo circo di Ursula Caberta.

Vedere gli articoli “Rathbun e Caberta: alleati per distruggere Scientology”, “Rathbun: tradire Ron – Parte Prima”, “Parte Seconda” e “Parte Terza” e precedenti.

Lo spettacolo era finalizzato a fornire nuovi elementi a sostegno della soppressione di Scientology e degli Scientologist in Germania.

Rathbun, cane parlante, obbediva ai comandi del suo nuovo Padrone, abbaiando una serie di vecchie e logore bugie in una stanza dove, per l’occasione, qualcuno della banda Rathbun aveva radunato oppositori di Scientology.

La “notizia sensazionale” da annunciare in questa conferenza stampa? Nessuna. Solo un riciclo delle solite vecchie bugie con l’aggiunta, per l’occasione, di un nuovo ingrediente: quello di Marty nella parte della “vittima”, ruolo che contraddice persino alcune delle sue precedenti esternazioni sullo stesso soggetto.

Rathbun, il cane parlante, era visibilmente contento che il suo nuovo padrone lo facesse girare sulla pista e sfoggiava un’obbedienza quasi surreale davanti al piccolo gruppo selezionato di oppositori e squirrel locali, messi assieme per l’occasione da Graham Berry, avvocato sospeso dall’ordine in America.

Marty ha cercato di far credere che il suo incontro con Ursula Caberta e altri personaggi in Germania, avesse un obiettivo altruistico e che tutto rientrava nel suo più ampio piano di “salvare Scientology”.

Ancora oggi blatera riguardo il fatto che è riuscito a far capire alla Caberta e soci che Scientology è una cosa positiva e che la Chiesa di Scientology è cattiva, e il branco dei suoi fedeli e scondizolanti adepti italiani uggiola di piacere a queste dichiarazioni.

Non c’è bisogno di dire che, ancora una volta, Marty Rathbun, mente. Odia Scientology e LRH e quello che fa non è certo per aiutare né Scientology né LRH.

E’ in ogni caso interessante sottolineare, con questo suo viaggio in Germania, quanto Rathbun sia caduto in basso nel tentativo disperato di causare danni a LRH e Scientology.

Togliendo di mezzo tutto quello che Marty Rathbun ha cercato di far credere in questo suo ultimo show da circo, la verità che rimane è che lui è stato usato, completamente usato, dalla Caberta come strumento per eliminare Scientology dal suolo tedesco, mettere fuori legge gli scritti di LRH e la sua Tech e ghettizzare chiunque cerchi di usare nel suo lavoro la tech amministrativa (una campagna tristemente nota come “filtro per le sette", creata dalla Caberta nel 1990).

E’ questa l’idea che Marty ha di essere “pro-Scientology”?

Vediamo qualche illuminante retroscena. Avete mai sentito parlare di come vengono orchestrate le campagne mediatiche ? Beh, Marty non ha fatto eccezione.

steve hallPrima di apparire in un programma televisivo su una emittente locale in Germania, Marty Rathbun e Steve Hall hanno fatto esercitare gli spettatori da loro selezionati su come dovevano reagire alle cose che Marty avrebbe detto durante la conferenza stampa, sono stati istruiti su come applaudire nel momento esatto in cui Marty avrebbe detto che “non sarebbe mai ritornato nella Chiesa” e via di seguito.

Steve Hall, fuori dalla portata delle telecamere ha “diretto” gli spettatori durante tutta l’intervista, facendoli applaudire al momento giusto, commentare al momento corretto e reagire nei modi previsti.

Per quanto riguarda l’episodio in cui Marty ha cercato di ammazzare soffocandolo Mike Rinder (vedere articolo “La strana amicizia”), più d’uno dei giornalisti statunitensi che l’ha intervistato in passato gli ha chiesto di dare la sua versione di questo episodio. A questa domanda Marty ha sempre risposto scusandosi per il gesto compiuto e dicendo che a quel tempo era violento.

Quando la stessa domanda gli è stata posta dai media tedeschi, Marty, ha inscenato un attacco di tosse, ha chiesto da bere e, con le lacrime agli occhi, ha cercato sostegno in Ursula Caberta, sostenendo che a lui era stato ordinato di picchiare il suo “buon amico” Mike Rinder.

rathbun e caberta insieme alla conferenzaUn cambiamento di 180 gradi rispetto alla precedente versione. Un modo esemplare di pervertire la verità piegandola ai propri bisogni.

Non pensate che se fosse vero che a Marty era stato ordinato di picchiare Mike Rinder lo avrebbe usato in tutte le sue esternazioni ai media degli ultimi 2 anni?

La sua affermazione è così chiaramente ridicola che dovrebbe far capire quanto Rathbun sia andato alla deriva.

Senza contare il fatto che la linea difensiva “Stavo solo eseguendo degli ordini!” non è stata vincente nemmeno al processo di Norimberga del 1936 contro i criminali nazisti. Forse Marty pensa che, trovandosi in Germania, avrebbe funzionato ad Amburgo.

Lo show di Marty è poi continuato quando, parlando con un giornalista, Marty gli ha detto che “Non sapeva se sarebbe stato in grado di rientrare negli Stati Uniti perché in quel paese la Chiesa di Scientology ha un’influenza enorme”,ma che la “Caberta avrebbe vegliato su di lui, per qualche giorno”.

E lo diceva con le lacrime agli occhi… povero Marty! Veramente un’interpretazione da Oscar!

Marty fa tutto questo nel disperato tentativo di dimostrare di aver ragione e per distogliere l’attenzione da alcune cose fondamentali:

Marty Rathbun è il cane che abbaia a pagamento per conto di Ursula Caberta.

Prima di recarsi in Germania Marty aveva protestato riguardo il fatto che qualcuno aveva osato insinuare che era stato pagato per farlo, rifiutando di ammettere che la Caberta aveva finanziato il viaggio, cosa invece che è emersa essere vera poco prima dell’inizio della sua conferenza stampa.

Quindi, per sua stessa ammissione, le spese per questo viaggio di Marty Rathbun e sua moglie Monique “ Mosey” Banks sono state finanziate completamente dalla Caberta. Questo significa che Marty, per questo suo “viaggio vacanza”, ha beneficiato dei soldi che la Carberta riceve dal governo Tedesco per perseguitare Scientology.

Inoltre, durante  una conferenza stampa, Marty ha ammesso che si guadagna da vivere usando Scientology. Ebbene, anche Ursula Caberta si guadagna da vivere con Scientology, prendendo soldi dallo stato da anni per distruggerla.

ursula cabertaDipendente del governo di Amburgo, è impegnata a tempo pieno per attaccare Scientology.

Sostiene di non aver pregiudizi nei confronti di Scientology, ma i fatti dimostrano il contrario, come ad esempio il fatto di aver accettato da un noto oppositore di Scientology 75.000 euro per finanziare una causa contro la Chiesa di Scientology e il suo leader.

E’ stata sanzionata per questo, ma per motivi che non è dato di conoscere, il governo di Amburgo ha deciso di non procedere al suo arresto.

Anche l’avvocato della Caberta, Graham Berry, ora caduto in disgrazia, si guadagna da vivere intentando cause contro Scientology.

Purtroppo per lui, ogni singola causa da lui fatta contro Scientology è fallita miseramente, non solo, ma alla fine è stato anche sanzionato e condannato a pagare 100.000 dollari poiché le cause da lui promosse sono state reputate pretestuose.

Nel far decadere una delle cause, un giudice statunitense ha dichiarato Berry “parte in causa molesta” e gli ha proibito di presentare ancora cause contro la Chiesa senza previa autorizzazione dal tribunale. Questo giudice aveva scritto di lui:

“Con tutto il rispetto, signore, devo tristemente costatare che se esiste qualcuno sulla Terra creata da Dio che possa essere definito una parte in causa molesta, è proprio lei, signore. Triste da dire, ma è la verità”.

Graham BerryIn seguito a Graham Berry fu sospesa la facoltà di praticare la professione dall’ordine degli avvocati della California, con la motivazione di continua cattiva condotta professionale, per aver promosso cause che erano in realtà pretestuose e vere e proprie molestie, uso improprio dei fondi dei suoi clienti e disobbedienza intenzionale a ordini del tribunale.

Invece di far fronte alle sue responsabilità etiche e professionali, Berry ha preferito dichiarare bancarotta per evitare di pagare le sanzioni stabilite dal tribunale.

Marty Rathbun ha ora stretto legami anche con Graham Berry.

Berry e la Caberta sono andati a prelevare Rathbun e la moglie all’aeroporto e con loro hanno passato parecchie ore a pianificare le mosse seguenti. Vale a dire, come presentare la loro neonata affiliazione, in che modo poter sfruttare il gruppo degli Anonymous, valutare quali leader di Amburgo erano dalla parte di Marty, e via dicendo.

Marty ha gettato la maschera in modo definitivo e ora sta appoggiando apertamente gli Anonymous, gruppo che è sotto indagine penale da parte del Dipartimento di Giustizia statunitense che si occupa di Crimini Informatici e di altri enti governativi simili in altri paesi.

Inoltre, in netto contrasto con la sua degenerazione, siamo felici di farvi sapere che il senso dell’umorismo di Marty non è mai stato migliore.

Mentre era in Germania, Rathbun ha scritto quanto segue sul suo blog:

“Oggi Mosey ed io abbiamo deciso di prendere un treno e andare a Berlino. Avendo recentemente appreso un bel po’ di dati sulla Germania e la sua storia, volevamo vedere dei siti storici importanti.

Ci è stato detto dai nostri ospiti che non ci potevano fornire protezione se avessimo lasciato Amburgo, perché un terrorista era appena stato catturato a Berlino e il Cancelliere tedesco doveva parlare al Checkpoint Charlie a Berlino quel pomeriggio, quindi tutte le forze di polizia erano impegnate su tali questioni. Non importa …”

Spassoso. Comico e divertente, sebbene grottesco. Secondo Marty, se il Cancelliere tedesco non avesse avuto un’emergenza terroristica, avrebbe volentieri distaccato un contingente di poliziotti delle forze speciali per difendere un leader internazionale quale lui si sente e che, nella sua fervida e comica immaginazione, si vede paragonabile ad un capo di stato straniero in visita.

“Fortunatamente”, nonostante i servizi segreti, le forze di polizia, i reparti speciali e le guardie cinofile fossero tutti impegnati in cose molto più importanti, incluso il controllo del traffico, Marty e Mosey hanno potuto passare tutta la giornata a Berlino facendo i turisti a spese dei contribuenti tedeschi.

Poi, al termine delle rappresentazioni circensi, Marty e Mosey, sono tranquillamente rientrati in America col loro osso in bocca, portandosi al seguito il branco scodinzolante.

Complimenti Marty, per l'ottima performance e della magistrale recitazione, merito dei drill.

Etica e Verità


Per leggere i commenti all'articolo sul vecchio blog visita questa pagina.

Per continuare a commentare l'articolo vai al forum.