Marty Rathbun & Graham Berry: compagni di merende

“GLI INDIVIDUI CHE HANNO UNA MENTE CRIMINALE TENDONO A METTERSI IN COMBUTTA, DATO CHE LA PRESENZA DI ALTRI CRIMINALI VICINO A LORO TENDE A COMPROVARE LE LORO IDEE DISTORTE SULL’UOMO IN GENERALE.

Non è sempre vero che, quando qualcuno accusa un altro di un crimine, l’accusatore sia colpevole del crimine o di un crimine simile. È vero, però, che, quando è un criminale che accusa, è più che probabile che stia rivelando quale tipo di crimine che commette lui”.

L. Ron Hubbard
(HCOB 15 Sett 1981 “LA MENTE CRIMINALE”)

Graham Berry

Marty Rathbun fa di tutto per guadagnarsi il supporto da persone che fungano da amplificatori delle sue oltraggiose pretese, persone che leggano e commentino il suo blog e, cosa più importante, persone che simpatizzino con lui.

Già da qualche tempo Marty si è reso conto che non poteva permettersi il lusso di dire alle persone quali fossero le sue vere motivazioni e intenzioni. Si è anche reso conto che la cosa furba da fare era invece di continuare a ripetere la “Grossa Bugia” (io amo Ron) e usarla per convincere le persone ad aiutarlo.

Recentemente Ursula Caberta ha stretto legami con Graham Berry (vedere articolo Marty Rathbun e il Circo di Ursula Caberta).

Graham Berry è un avvocato poco conosciuto che per anni ha cercato di farsi un nome e costruirsi una carriera intentando cause contro la Chiesa di Scientology. Ha perso in modo sistematico ogni singola causa da lui promossa contro la Chiesa o singoli Scientologist, fino al punto in cui è stato sospeso dal consiglio dell’ordine degli avvocati per 18 mesi e tuttora ha il veto di presentare cause in California senza autorizzazione preventiva del Tribunale.

Il suo striminzito pacchetto-clienti arriva sempre dalla stessa fonte: un gruppetto di apostati anti-religiosi che si sono riuniti per vedere quanto denaro potrebbe ricavare attaccando la Chiesa. Berry basa le sue cause sui “fatti” che loro gli sottopongono.

Ad esempio, Berry ha pagato 17.000 dollari a un testimone in cambio di una falsa testimonianza, ripresa ad ampio raggio da media scandalistici. Quando i soci principali dell’ufficio legale in cui Berry lavorava hanno saputo della sua condotta, hanno ripudiato sia Berry sia la dichiarazione del testimone.

Nello stesso caso legale, Berry ha aggiunto pagine di testimonianza alla dichiarazione di un testimone senza che lei lo sapesse e senza la sua autorizzazione e dopo che lei aveva firmato tale dichiarazione.

In un altro dei casi legali andati a finire male per Berry, lui rappresentava un certo Michael Pattinson, la cui causa era stata archiviata sei volte. La denuncia insinuava che il Presidente degli USA, il Dipartimento del Tesoro americano, Il Segretario di Stato degli USA, il Rappresentante Speciale per il Commercio, due Commissari dell’IRS (Internal Prevenute Service = Il Fisco americano) e il Premier della Federazione Russa erano in un certo qual modo coinvolti in una “cospirazione” internazionale per favorire l’espansione di Scientology nel mondo.

Dopo aver ripetutamente mancato di obbedire alle disposizioni del tribunale, il giudice della Corte Federale ha definito la condotta di Berry molesta e ha ordinato a Berry di pagare le spese legali sostenute dall’imputato, liquidate in seguito dallo stesso giudice in 28.484,72 dollari. In totale a Berry sono stati sanzionati 100.000 dollari per via delle sue cause pretestuose. Dopo aver perso la causa intentata per conto di Michael Pattinson, Berry ha continuato a intentare una serie di cause pretestuose contro le Chiese di Scientology e Scientologist, senza successo.

E’ stato dopo l’ennesima di queste cause, nell’agosto del 1999, che giudice della Corte Suprema di Los Angeles ha dichiarato Graham Berry un individuo molesto e gli ha proibito di presentare altre cause nel futuro senza previa approvazione del tribunale.

Come già accennato sopra, nel maggio 2002 Berry è stato sospeso dalla professione di avvocato dal Consiglio dell’Ordine degli Avvocati della California per la sua continua cattiva condotta, il che, oltre alle cause pretestuose e moleste da lui presentare, comprendeva anche l’uso improprio di fondi dei suoi clienti. Berry ha dichiarato bancarotta per evitare di pagare le sanzioni che gli sono state inflitte.

Graham BerryNel tentativo di sfuggire alle sue responsabilità Graham Berry ha anche usato, senza successo, il fatto della sua dipendenza da droga e i suoi problemi di salute mentale come scusanti per la sua condotta.

Berry sostiene di essere caduto in grave depressione e di aver avuto di routine pensieri suicidi e allucinazioni.

In una deposizione del 1998, Berry Graham ha dichiarato:

Bene, alcuni anni fa avevo letto del suicidio di [nome della celebrità omesso] avvenuto all’età di 40 anni e ho preso nota del nome delle pillole che aveva usato. Ho pensato di prendere il brevetto di volo come privato e poi di schiantarmi con un aeroplano. Ho anche pensato di guidare e lanciarmi con l’auto in un burrone … Ho pensato di usare un fucile, ma non ne possiedo uno e poi uccidendomi in questo modo sporcherei dappertutto”.

Oltre che ammettere di aver fatto uso di cocaina e marijuana, Berry ammette di aver usato droghe psicotrope fin dal 1993, incluso il Prozac e in seguito lo Zoloft in dosi sempre maggiori. Berry ammette anche l’uso smodato da parte sua di alcolici combinato con psicofarmaci e sonniferi.

L’abitudine di Graham Berry di intentare cause pretestuose sta continuando. Affermando di rappresentare il tristemente noto gruppo degli “Anonymous”, Berry ha bersagliato gli enti governativi statunitensi con cause fiume. La recente risposta a una di queste denuncie mostra chiaramente che non sta venendo preso sul serio.

Il funzionario di questo ente governativo ha scritto a Berry che avevano del lavoro serio da fare e che se le persone erano “terrorizzate” (come sostenuto da Berry) potevano chiamare il “911” (che in America è il numero di emergenza della polizia).

Marty Rathbun si trova molto bene a lavorare con Berry, li accomuna lo stesso livello di immoralità e turbe mentali. Tant’è che proprio Berry è il “curatore legale” di una delle loro recenti iniziative contro Scientology: la ridicola “petizione alla Casa Bianca” che stanno promuovendo da settimane cercando di coinvolgere nemici di LRH e Scientology, Anonymous e altre canaglie della stessa risma (vedere articolo Rathbun – Il criminale lascia le tracce), compresi i Rathbun-dipendenti italiani.

Cosa pensate che decideranno i giudici, che tanto poco stimano Berry, quando anche questa iniziativa approderà in un’aula di tribunale? Si accettano scommesse.

La scena si fa sempre più chiara: criminali in combutta tra loro accomunati dallo stesso livello di immoralità, accusano la Chiesa di Scientology dei crimini che in realtà commettono loro stessi.

Mai avuto dubbi.

Etica e Verità


Per leggere i commenti all'articolo sul vecchio blog visita questa pagina.

Per continuare a commentare l'articolo vai al forum.

Pubblicato in: