Marty Rathbun: squirrel da manuale

scoiattolo gioca con gabbia

Osservate come il gruppuscolo di squirrel italiani seguaci di Marty Rathbun accettano ogni sua bugia e seguano pedissequamente le sue azioni.

Il 14 gennaio Rathbun pubblica una specie di necrologio di Ann Marie Tidman, più conosciuta come Annie Broeker , e i suoi seguaci italiani del gruppo dei Lugli pubblicano la stessa storia il 16 gennaio accettando il suo verbo acriticamente. I loro scarsi utenti, arricchiti da qualche clone, commentano con “passione” inorridendo platealmente alle “rivelazioni” di Marty.

E’ interessante e illuminante notare che, contemporaneamente, l’altro gruppuscolo di squirrel soci dei Minelli, staccatosi dal team dei Lugli per dissidi interni, hanno pubblicato un articolo pescato da un sito americano vicino a Rathbun che riferisce la storia di Julie Gillespie Mayo che, fingendo di lodare LRH, lo dipinge a tinte fosche. Anche in questo caso lo sparuto gruppo di utenti del blog commenta entusiasticamente le “rivelazioni” dell’autore.

Cosa li accomuna? Il fatto che entrambe le storie trattano di persone che anni fa hanno cercato di colpire LRH e impossessarsi subdolamente della sua tecnologia.

Annie Broeker assieme la marito, all’indomani della dipartita di LRH, hanno cercato di impossessarsi di Scientology per scopi personali. La vicenda e la sua conclusione venne descritta in questo modo nella RTC ED # 450 del 6 settembre 1991:

«Dopo il 24 gennaio 1986, quando LRH lasciò il corpo, sapevamo che le nostre responsabilità in quanto Scientologist erano aumentate dieci volte. Il nostro compito consisteva nell’assicurarci che Scientology rimanesse pura e conforme ai materiali di Sorgente. Tutte le scoperte e gli sviluppi di Dianetics e Scientology furono effettuati da un uomo solo: L. Ron Hubbard. Non ci sarà mai una nuova Sorgente. La nostra responsabilità al riguardo consisteva nell’assicurarci che le cose rimanessero così.

Il bisogno di mantenere Scientology al suo stato puro e inalterato, non solo per le attuali generazioni ma anche per quelle del futuro, divenne molto più reale a molti di noi quando, verso la fine del 1986 e l’inizio del 1987, ci imbattemmo in un tentativo fatto da una persona di prendere il sopravvento del soggetto e di istituire una linea occulta di dati e quindi eleggersi come Sorgente. Il modello che sperava di adottare era il solito: prendere il sopravvento del soggetto a scopo di vantaggio e potere personali e a detrimento di tutti gli Scientologist. Individuammo alcuni altri con simili ragioni e scopi malvagi; la minaccia era la negazione di Scientology per chiunque mettesse loro i bastoni fra le ruote.

Il risultato fu il solito, come sempre. Il tentativo di appropriazione del potere fu scoperto, arrestato e le persone interessate furono cacciate via, ciò avvenne per la solita ragione, perché alcuni veri Scientologist si assicurarono che tutto finisse bene. Infatti, ci si occupò di tale faccenda così bene che la maggioranza della gente non ne sentì neanche parlare. Perché la gran maggioranza delle persone che si trovano nella posizione dalla quale possono fare qualcosa al riguardo sono oneste e non avrebbero mai tollerato una tale sovversione. A dire il vero, soltanto una manciata di persone fu coinvolta in tutto ciò. E’ un peccato che un po’ di spettatori innocenti vennero coinvolti in questa confusione, ma ci si è persino presi cura di ciascuno di loro e sono di nuovo sul giusto cammino.»

Cap. Davi Miscavige
COB RTC

Pat Broeker aveva scritto da sé il Flag Order #3879 con quale nominava sé stesso e la moglie Annie “Ufficiali Leali” allo scopo di impadronirsi di Scientology. I Broeker avevano confessato il loro out ethics e avevano dato le dimissioni da tale titolo come descritto nel Flag Order 3879-1 intitolato “Sea Org Members Pat and Annie Broeker” .

In seguito i Broeker ammisero di non aver mai lavorato a lungo con LRH con funzioni tecniche o amministrative, a solo con funzioni di domestici.

Per quanto riguarda Julie Gillespie Mayo , moglie di David Majo , oltre che essere stata la co-fondatrice assieme a suo marito del gruppo squirrel AAC (Advance Ability Center), dichiarato gruppo soppressivo negli anni 80 ( Paolo Facchinetti ne fece parte ed ora è parte del gruppo dei Minelli), all’inizio di quel decennio tentò di impossessarsi della tecnologia di Scientology tramite un’azione legale intentata contro LRH. Parte della storia di Mayo è descritta nell’articolo Gli Amici che Ron non ha mai Voluto – Seconda Parte .

Come leggerete in quell’articolo, persino Rathbun ha ammesse che “Il team di Mayo perseguitò spietatamente L. Ron Hubbard fino al giorno in cui morì… Mayo e i suoi amici erano impegnati in un attacco su vasta scala contro L. Ron Hubbard. E loro lavoravano spalla a spalla con l’Internal Revenue Service, l’FBI, e una serie di avvocati privati. Aveva come scopo primario quello di molestare, far sbattere in galera e screditare per sempre L. Ron Hubbard” .

Gli stessi articoli degli squirrel dimostrano che, di fatto, sostengono e idolatrano proprio le persone che hanno attaccato LRH e Scientology nel modo più subdolo. La cosa non è strana perché, in accordo con i piani di Marty Rathbun , stanno ancora una volta cercando in modo maldestro di impadronirsi di Scientology.

Apparentemente il gruppetto dei Lugli è in contrasto con quello dei Minelli, che segue la linea di Mayo. Così come Rathbun sembra ostile allo stesso Mayo. Ma è solo una gelosia tra concorrenti che hanno scopi malvagi simili.

Le nefandezze e le perversioni tecniche di David Mayo sono conosciute da decenni, ma anche le mani di Marty Rathbun non sono pulite nei confronti di Scientology.

Ha ammesso di aver nascostamente commesso alcune azioni tra le più esecrabili mentre fingeva di essere uno staff member modello. Secondo quanto da lui stesso ammesso, ha ripetutamente messo in essere azioni tecniche strampalate di auditing, da lui stesso inventate, procurando non pochi danni alle persone che lui ha “audito” che hanno dovuto essere rimesse in sesto come preclear o che hanno abbandonato il loro percorso sul Ponte in seguito alle azioni squirrel fatte su di loro da Rathbun.

Ora che se n’è fuggito ben lontano dal raggio d’azione di Etica, Rathbun ci vorrebbe far credere  che le sue mani sono pulite e che i suoi sforzi per “salvare” Scientology sono puri e sinceri.

Purtroppo le sue azioni e i suoi “prodotti” raccontano la verità: rapporti interpersonali distrutti, ritorno all’uso di droga, alcolismo, maldicenze e, naturalmente il doveroso attacco alla Chiesa, sono i normali risultati dei “servizi” consegnati da Rathbun .

Niente di quanto sopra è una novità. Marty Rathbun è uno squirrel da manuale e LRH descrive questo tipo di personaggio in modo accurato in un suo scritto del 1965.

Seguono alcuni estratti ( in corsivo ) tratti da questo riferimento di LRH, l’HCO Executive Letter del 27 settembre 1965 – “Soggetto: Amprinistics”:

«Negli ultimi 15 anni abbiamo visto parecchi gruppi staccarsi da Scientology e suonare la grancassa per qualche uso inconsueto della tecnologia. Noi li chiamiamo “squirrel” perché sono così svitati.  Loro vanno e vengono. Noi siamo ancora qui e continueremo ad esistere...

Non ci opponiamo al fatto che Dianetics e Scientology siano usate ma gradiremmo che siano chiamate con il loro vero nome. E ci piace che siano in mani pulite.

Queste persone sono piuttosto violente nei confronti del soggetto dell’etica, come ti aspetteresti da un criminale, e criticano aspramente le org avendo rubato soldi e liste di nostra proprietà.  Stanno attenti a non attaccarmi pubblicamente, nella speranza che la gente pensi che sono nobili e ispirati. Sono molto ben ispirati dai quattrini, ma non auguriamo loro sfortuna. Non ce n’è bisogno. Il solo fatto di essere ciò che sono e di dover convivere con ciò che sono è già una punizione sufficiente.»  

In modo del tutto prevedibile, Marty Rathbun ha usato la stessa strategia che gli squirrel dei vecchi tempi hanno cercato di usare senza successo, stando molto attento a non attaccare il Fondatore pubblicamente, sperando in tal modo di indurre le persone a pensare che le sue motivazioni siano nobili e ispirate.

Sappiamo bene quanto Marty Rathbun abbia un atteggiamento violento nei confronti del soggetto dell’etica e anche quando non lo è, come lui cerchi di dissuadere le persone ad utilizzarla. 

Qualsiasi cosa stia bene a Marty Rathbun è ok anche per i suoi amici, indipendentemente dai danni che tale cosa causi sulle dinamiche. Si potrebbe pensare che Marty Rathbun   incoraggi un comportamento fuori etica come mezzo per “aiutare” gli altri a stare alla larga dal Ponte.

La maggior parte delle sue azioni quotidiane per diffamare la Chiesa e i suoi membri sono violazioni da manuale in base agli Atti Soppressivi delineati nella policy di LRH. Uno degli atti che Rathbun predilige è il suo auto-proclamato desiderio di “salvare” Scientology che, apparentemente, pensa di attuare usando Dianetics al contrario, introducendo alterazioni molto gravi della tecnologia di Dianetics e Scientology, che lui propaganda alla grande.

Proprio quello che ci si potrebbe aspettare da uno squirrel da manuale quale è Marty Rathbun.

«Ben presto si taglieranno la gola l’un l’altro e finiranno in prigione, questo è ciò che succederà ...

Se incontri qualcuno che se n’è andato in questo gruppo, comunicalo al tuo Funzionario di Etica. A costoro non verrà mai dato alcun materiale o addestramento di livello superiore.

In realtà noi non auguriamo loro alcun male. Speriamo soltanto che non arrechino danno a troppi quando crolleranno. Poi, suppongo, dovremo raccoglierne i pezzi...

La loro influenza è molto minore di quella che vogliono far credere. Sembrano grandi (come ogni SP) perché mandano opuscoli ai nostri funzionari dell’org con l’intento di sopprimerli. La loro influenza sul pubblico è molto ridotta. Non promuoverla... 

Possono creare una temporanea turbolenza nella tua area, ma al di là di ciò non hanno altra rilevanza, poiché tali gruppi muoiono facilmente e noi siamo abituati a sopravvivere.»

L. Ron Hubbard
(HCO Exec Letter del 27 settembre 1965 – “Soggetto: Amprinistics”)

In conclusione, entrambi i gruppetti di squirrel hanno lo scopo comune di impadronirsi di Scientology, fingendo di essere amici di LRH. Servono capi che hanno o hanno avuto questo intento e si stanno tagliando “la gola l’un l’altro”. Rimane da far avverare l’ultimo passo della citazione di LRH: “finiranno in prigione, questo è ciò che succederà”.

Etica e Verita


Per leggere i commenti all'articolo sul vecchio blog visita questa pagina.

Per continuare a commentare l'articolo vai al forum.

Pubblicato in: