Non solo Squirrel

scoiattoli si contendono un'arachide

«Fare squirrel (cambiar strada per fare pratiche strambe o alterare Scientology) deriva unicamente dalla non comprensione. Solitamente la non comprensione non riguarda Scientology ma un precedente contatto con qualche stramba pratica umanoide che a sua volta non era stata compresa. Quando le persone non riescono ad avere risultati da ciò che loro pensano sia la pratica standard, puoi essere certo che faranno squirrel in maggior o minor misura.»

L. Ron Hubbard
(HCO PL 7 Febbraio 1965, “Mantenere Scientology in funzione)

Com’è purtroppo risaputo, c’è in giro un gruppetto di squirrel nel nostro paese che accoglie nelle proprie fila tutti coloro che sono insofferenti delle regole morali e operative che, giustamente, devono essere adottate per salvaguardare la tecnologia della filosofia religiosa di Scientology.

Al di là delle mille fantasiose giustificazioni che diffondono per motivare le loro azioni, il loro vero intento è quello di appropriarsi di questa tecnologia per usarla scorrettamente a loro piacimento.

Le evidenti stupidaggini che scrivono nei loro blog e le figuracce miserevoli che fanno sono spesso esilaranti. Al punto che qualche volta ci viene la tentazione di esortarli a serrare le fila e accelerare il passo verso il baratro che li aspetta alla fine della loro folle corsa.

Ma, divertimento a parte, non possiamo esimerci dal rendere noti i particolari più esecrabili e le alterazioni più evidenti della tecnologia di Ron. Se non altro per salvaguardare gli Scientologist decenti che potrebbero essere oggetto della loro propaganda.

I nostri lettori più assidui obietteranno che lo si sapeva bene e che esistono già montagne di prove a questo proposito, peraltro più volte denunciate nei nostri articoli delle sezioni Marty Rathbun: crimini tecnici, Squirrel auditing e training e Squirrel criminali e ignoranti".

In effetti anche le loro attività chiaramente soppressive e la loro collaborazione con i media e con nemici di Ron e di Scientology sarebbero più che sufficiente per stargli alla larga. Ma, a nostro parere, il motivo principale per cui è bene prendere le distanze da questa gentaglia, è l’alterazione continua che fanno della nostra tecnologia a danno di quei poveracci che riescono a turlupinare.

Il decadimento etico e la perversione tecnica di questi signori sembra proprio inarrestabile. Come una fognatura che non riceve l’adeguata manutenzione fino ad emanare un fetore sempre più insopportabile, così il livello dei rapporti umani e la qualità dell’offerta di “servizi” squirrel si guasta progressivamente e inesorabilmente, dato che l’etica di costoro è paragonabile a quella che vige in un porcile.

Il gruppo squirrel bresciano di Piazza Tebaldo Brusato è situato in un appartamento al primo piano concesso in prestito dove non si paga l’affitto in attesa che si trovi un inquilino. Viene gestito da due falliti ben conosciuti in città per non aver mai pagato i loro debiti, e vivacchiano facendo le sanguisughe delle linee theta di Scientology procacciandosi clienti fra i PTS che non ce l’hanno fatta nelle Org.

In questo gruppo squirrel, gestito per l’appunto da Claudio Lugli e Renata Fruscella, per “consegnare i Livelli OT” è sufficiente aver scaricato da Internet i “pacchi del Classe IX” (fasulli), leggiucchiarli alla meglio e poi metterli in pratica!

Poco importa se non c’è un C/S nell’arco di 9.000 km, non c’è una Qual, non ci sono folder, non c’è un HCO. Poco importa se gli “auditor” Claudio e Renata non sono mai andati oltre il primo o il secondo Livello dell’Accademia (senza internato e molto prima dell’Età d’Oro della Tech) e misteriosamente sono balzati a “Classe IX” grazie a un “addestramento” fatto con un ex auditor dichiarato SP (Ignazio Tidu), con una “supervisione” svolta forse via Skype o in chissà quale altra maniera. Salvo poi disconoscere Tidu perché è diventato un compagno di merende della “concorrenza” di cui parleremo più avanti.

Poco importa se tutto questo è semplicemente inconcepibile per qualsiasi Scientologist degno di questo nome, e nemmeno per la delicatissima e precisissima tech di NOTs, ma anche solo per i Gradi Inferiori.

Del resto, solo Lugli ha “scoperto” che l’FPRD (Rundown dei Falsi Scopi) si percorre sul Grado II. Non lo sapevate? Leggete qui:

barbara salvini attest

Se non si è capito, la moglie di Omar Marsiglia (descritto come un matto persino dai suoi amici “indipendenti”), Barbara Salvini, scrive nel successo del Grado II di aver percorso l’FPRD!

Devono essere questi i favolosi “ritrovati” di Lugli che lo rendono un “auditor” tanto spettacolare.

O forse è la mirabolante consegna di “Livelli OT nel campo” che rende Claudio Lugli alias Camillo Benz un “mago” della tech.

post minelli / lugli-benz

Sentiamo cosa ne pensa Ron:

«Non staremo qui a speculare sul perché sia andata in questo modo o sul modo in cui mi sono innalzato al di sopra del bank. Abbiamo a che fare solo con fatti e quanto sopra è un dato di fatto: il gruppo, abbandonato ai propri capricci, non avrebbe sviluppato Scientology, bensì, con drammatizzazioni insensate del bank chiamate “nuove idee”, l’avrebbe distrutta.»

L. Ron Hubbard
(HCO PL 7 Febbraio 1965, “Mantenere Scientology in funzione)

Ciò che qualche volta solletica la nostra ilarità sono i reciproci scambi di accuse fra questi soggetti dall’intelletto ormai deficitario.

Lugli ha estromesso Francesco Minelli dal suo blog, ha cancellato gli articoli che lo vedevano protagonista e anche i suoi commenti, e assieme ai suoi pochi accoliti (Umberto Chifari, Marina Rubino, Eliana Alaimo, ecc.) lo ha bruscamente bollato “squirrel” senza concedere replica.

Proprio Claudio e Renata Lugli, che sono andati persino in TV a ciarlare di disconnessione, sono i primi a praticarla in modo squirrel (cioè non come era stata intesa da Ron): per esempio Claudio l’aveva fatto anni prima con la sua unica sorella, disconnettendo da lei quando ormai capì che non avrebbe più potuto “mungerle” altro denaro. Aizzato dalla moglie Renata, lo faceva già molto prima con i collaboratori della sua azienda (fallita miseramente) che non gli andavano a genio, individuando in loro “gli SP che lo avevano fatto fallire”.

articolo fallimento lugli

Ve lo ricordate in questa foto dei “tempi migliori” in cui mungeva fiumi di denaro dalle banche e dai soldi che avrebbe dovuto invece dare ai suoi fornitori? Ben 700 (settecento!), se è vero quello che riporta l’articolo. Chissà che fine hanno fatto, forse nessuno potrà mai dirlo.

Silvia Kusada, Francesco Minelli, Ignazio Tidu: tutte persone che hanno fatto comodo a Lugli, finché poi non ha deciso di “disconnettere da loro”, bollandoli come squirrel. Da che pulpito viene la predica, si potrebbe dire, anche se curiosamente in questi casi Lugli stava additando un fatto più vero che falso (per quanto strumentalizzato ai suoi secondi fini), basta vedere a tal proposito i nostri articoli Silvia Akkusada festeggia con gli indipendenti e Silvia Akkusada la vendetta.

Di rimando, Minelli non vuole essere da meno e cerca di mostrare a tutti di che pasta è fatto. Pastafrolla, a quanto pare: “Johnmina” tuona dal suo blog a più riprese contro Lugli, rinfacciando loro i pranzetti a casa Minelli, l’ospitalità, la fiducia tradita, ecc., e non ultimo il fatto che Lugli “consegna” i Livelli OT.

post di minelli

Sorvoliamo sull’uso allegro del gerundio. Certo che sentir parlare Minelli del fatto che Lugli “gli ha piantato un coltello nella schiena” è l’apoteosi dell’ipocrisia.

Minelli cerca in continuazione di darsi una facciata di onestà e di trasparenza, sbandierando i suoi numeri di telefono e indirizzi.

post di minelli

Ci si domanda però come diamine fa a parlare di fiducia costui!

Si, perché fu proprio Minelli a tradire pubblico e staff dell’Org di Brescia facendo il doppio gioco per mesi: mentre scriveva con degli pseudonimi (“KSW1” e altri) sul blog di Lugli, e faceva il suo umile servitore leccandogli i piedi e mandando e-mail a destra e a manca per promuovere il suo sito, veniva all’Org come se niente fosse e addirittura avvisava di aver “ricevuto le e-mail” che lui stesso spediva. Un comportamento a dir poco da incorniciare e da piazzare in prima fila in una galleria degli orrori dei livelli di tono fra 0.9 (propiziazione) e 1.1 (ostilità nascosta). Senza contare gli amici che ha danneggiato con ricatti e carognate nel periodo appena successivo alla sua uscita allo scoperto.

Ma adesso Minelli accusa Lugli di comportarsi scorrettamente rispetto alla Tech!

Forse si tratta di una lite fra “concorrenti”: né LugliMinelli vogliono dare  a intendere di fornire “servizi” a pagamento e ben si guardano dall’ammettere la verità, ossia che è esattamente il denaro ciò a cui mirano. Però, come delle bertucce infuriate, si contendono la “merce di scambio pregiata” (NOTs) accusandosi a vicenda di non avere il diritto di amministrarla.

Sarà un caso, ma da quando Minelli si è associato all’atavico squirrel fallito Paolo Facchinetti, le bestialità tecniche dal suo blog hanno cominciato davvero a “fiorire e prosperare”. Le ultime sono a dir poco agghiaccianti:

post di facchinetti

Attenzione! Che significa che “ognuno è libero di prendere Scientology dalla parte che preferisce e farne ciò che vuole? Un’affermazione che non merita alcun commento. Altro che “Mantenere Scientology in funzione”, qui si parla di “mantenere in funzione il fare squirrel”!

L’apice dell’assurdità, poi, si nota nel momento in cui Facchinetti critica i Lugli. È veramente il bue che dà del cornuto all’asino!

Ma attenzione: questa è pure meglio

post di facchinetti

In altre parole, gli scritti di una certa Elisabeth (un’altra squirrel dall’estero, che fa porcherie con la tecnologia fin dai primi anni 80, con cui Minelli è entrato in contatto tramite Internet) sono da includere come “materiale di studio prima di ogni livello superiore da fare in solo”!

Come sempre, Facchinetti “la sa più lunga” di Ron e s’infischia altamente della tech standard. Che importa a lui di rispettare gli HCOB e le HCO PL? Nemmeno li conosce, e tanto meno intende studiarli!

Insomma, forse dobbiamo fare un’aggiunta al nostro Annuncio Pubblico:

«Attenzione, se Lugli, Minelli, Tidu, Kusada o qualcuno dei loro tirapiedi vi ha detto che seguendoli potete trovare la tech standard, tentando di coinvolgervi con fantasiose accuse contro la Chiesa, leggete qui. Sono semplici squirrel che alterano la tech di LRH, il resto sono scemenze o bugie inventate di (in)sana pianta!»

Etica e Verità

(Un grato riconoscimento a Taliesyn per il lavoro di ricerca e compilazione)


Per commentare l'articolo vai al forum.