Mark "Marty" Rathbun

Pubblicato il 29 Dic 2011

«Troppo spesso la critica rappresenta semplicemente un rifiuto, da parte dell’individuo, di contribuire. Si potrebbe anche asserire che “coloro che criticano in modo distruttivo, non sono in grado di creare”. “Critica costruttiva” è un termine che viene spesso usato, ma raramente definito. Tuttavia ha un’utilità. Probabilmente una definizione migliore potrebbe essere: critica “che indica un modo migliore per fare la cosa”, se non altro in base all’opinione del critico. Coloro che si limitano a trovare pecche senza mai suggerire un mezzo pratico per fare di meglio, in una certa misura perdono il loro diritto di criticare.» L. Ron Hubbard (HCOB 26 Settembre 1977R “Arte e Comunicazione”)

Pubblicato in: Mark "Marty" Rathbun
Pubblicato il 24 Dic 2011

Quest’anno, per celebrare il Natale, anche Marty Rathbun ha fatto dei regali, distribuendo una buona dose del suo veleno a una persona molto stimata, che stava semplicemente facendo appello affinché la gente aumentasse le azioni di beneficienza durante il periodo natalizio. E’ uno studioso che sta sinceramente cercando di aiutare gli altri affinché possano praticare liberamente la loro religione, qualunque essa sia, denunciando pubblicamente il fatto che molte delle religioni presenti sulla terra stanno subendo delle persecuzioni, incluso il Cristianesimo. L’uomo di cui stiamo parlando si chiama Joseph Grieboski (Presidente dell’Institute on Religion and Public Policy di Washington e promotore di varie iniziative sui Diritti Umani), che ha scritto un articolo in cui dice che le attività di beneficienza sono state messe in pericolo dall’esistente situazione economica, e nel quale esorta le persone a non smettere di aiutare, appunto perché è proprio in un momento così difficile che il bisogno di sostegno è maggiore.

Pubblicato in: Mark "Marty" Rathbun
Pubblicato il 21 Dic 2011

«Alcune persone pensano che l’aiuto sia sempre un tentativo di tradire. Sottoponetele al processing, perché in quel caso vi trovate di fronte ai criminali della Terra. Alcune persone non sono in grado di aiutare. Sono in grado solo di ledere e distruggere. E se nel nome dell’aiuto esse non fanno altro che ledere e distruggere, vedete allora di conoscerle molto bene, perché sono delle persone criminali. Che cos’è un criminale? Un criminale è una persona che pensa che l’aiuto non sia possibile su nessuna dinamica o che usa l’aiuto su chicchessia, per ledere e distruggere. Chi sono gli uomini che velatamente arrecano dolore alla Terra? Sono gli uomini che non sono in grado di aiutare. Chi sono le donne che devono essere aiutate ma che sono in grado solo di storpiare? Tali uomini e tali donne dicono di aiutare, ma poi fanno una completa carneficina.» L. Ron Hubbard (HCOB 28 maggio 1960 “Dalle loro azioni”)

Pubblicato il 15 Dic 2011

Riprendiamo una parte dell’ultimo articolo di martyrathbunblog.com, perché ci sembra in linea con quanto abbiamo scritto nei giorni scorsi riguardo la sempre più evidente pazzia di Marty Rathbun (vedere l’articolo “Rathbun, occuparsi della Persona Soppressiva”). La deriva psicotica che ha seguito i fallimenti delle sue traballanti “strategie” si fa sempre più marcata. Le reazioni scomposte, il ritorno alle pesanti menzogne gratuite contro COB, il ricorso (suo e dei suoi servi) a teorie psichiatriche, mostrano che il declino di questo individuo sta subendo un’accelerazione. Ormai solo i suoi adepti più implantati credono alle sue farneticazioni senza notare le evidenti incongruenze.

Pubblicato il 9 Dic 2011

«Quando si lavora con un criminale ci si può fare un’idea molto buona dello stato mentale di quel criminale facendogli dire che cosa vogliono le altre persone, che cosa fanno o di che cosa sono colpevoli. Per il criminale è inconcepibile che qualcuno possa mai essere una persona per bene, essere onesto o compiere un’azione altruista. Cercare di convincerlo del contrario, sarebbe perfettamente inutile, poiché lui sa che tutti gli uomini sono come lui. Per cui abbiamo un altro dato di valore. IL CRIMINALE VEDE GLI ALTRI SOLTANTO COME EGLI STESSO E’.» L. Ron Hubbard (HCOB 15 settembre 1981 “La Mente Criminale)

Pubblicato il 7 Dic 2011

Gli squirrel italiani della banda di Marty Rathbun, dopo aver litigato tra di loro e aver creato due o tre gruppetti, annunciano sul loro blog quelli che chiamano senza vergogna “risultati di auditing”. Nefandezze assolute frutto del peggior squirrel e che niente hanno a che vedere con i risultati di Scientology. Alcuni di loro stanno già mostrando evidenti segni di tipo 3 parlando di promesse scambiate past life con LRH. Ma, senza pudore, continuano irresponsabilmente a bistrattare la tech di LRH persistendo nelle loro azioni oppressive. Vediamo da dove viene questo comportamento criminale e a chi si ispirano.

Pubblicato il 5 Dic 2011

Marty Rathbun continua a spacciare le sue sempre più incredibili storie e le sue allegre comari, starnazzando, le diffondono ulteriormente. Basta dare un’occhiata al blog degli squirrel Rathbun-dipendenti italiani e si vede che, anche nei giorni scorsi, come per tutti i mesi precedenti, non hanno fatto nient’altro che ripetere pappagallescamente le deliranti storielle di Marty e dei suoi complici: i soliti giornalisti o voltagabbana. Una sequela infinita di cose riferite da gente dalla credibilità sotto zero.

Pubblicato il 29 Nov 2011

Lasciamo per un attimo la serie degli sbugiardamenti degli squirrel nostrani e torniamo per oggi al “buon” vecchio Marty Rathbun e alle sue fantasmagoriche squirrellate. Marty, non finisce mai di stupirci per il suo know-best sulla tech di Ron e per il suo odio nei confronti di COB. Qualche tempo fa ha pubblicato sul suo blog un saggio intitolato “Happiness” (Felicità) che merita di essere commentato.

Pubblicato il 24 Nov 2011

Vi siete mai chiesti come mai Marty Rathbun continua ad alterare la tecnologia, le situazioni, i ricordi e i resoconti degli avvenimenti? (vedere la sezione “Mark Marty Rathbun”). Una risposta fin troppo facile è che Marty Rathbun è semplicemente un essere degradato e quindi non può fare altro che agire in questo modo. Anche se questo può essere vero, il punto focale delle attività quotidiane di Marty Rathbun è il suo desiderio di distruggere. Solo quello, e lo fa portando avanti un alter-is ossessivo.

Pubblicato in: Mark "Marty" Rathbun
Pubblicato il 21 Nov 2011

Eravamo in dubbio se pubblicare questo articolo sul fallimento della petizione degli squirrel rathbuniani alla Casa Bianca. Abbiamo saputo l’esito quasi in tempo reale, ma era banale mettersi subito a sbraitare “ve l’avevamo detto”.

Pagine

Subscribe to Mark "Marty" Rathbun