Rathbun: Intervista a Sigourney Beaver – Parte 1

Intervista a Sigourney Beaver, ex-PC di Rathbun Parte 1
I piani di distruzione di Marty Rathbun” 

(Grazie ad Athena per il lavoro di traduzione)

cavallo di fuoco

Sigourney Beaver, è una Scientologist che dopo essersi allontanata dalla Chiesa, si è messa in contatto con Marty Rathbun diventando addirittura un suo “Preclear”.

Dopo qualche mese, resasi conto di chi fosse veramente Marty Rathbun e quali fossero le sue vere intenzioni nei confronti di Scientology e LRH, si è messa in contatto con la Chiesa chiedendo di poter riparare al danno fatto e fornendo dati sulla sua esperienza con Marty.

Quello che ha convinto Sigourney a ritornare sui suoi passi è che “dall’altra parte della staccionata” le cose non erano esattamente quelle che le erano state prospettate e che i suoi out rudiments e falsi scopi erano ciò che l’avevano resa incline a bersi le bugie che le erano state dette.

Nell’intervista registrata da lei rilasciata, Sigourney ha fornito la seguente testimonianza su come tutto ha avuto inizio e si è evoluto e per quali motivi ha deciso di tornare sui suoi passi e in buoni rapporti con la Chiesa:

(NOTA: Al tempo di questa intervista, Sigourney non aveva ancora svelato la sua identità.)

“Ho contattato Marty via email e preso accordi per vederlo allo shack (NdT: baracca), la prima dove abitava. In seguito si è trasferito nella baracca dove vive tuttora. Non volevo ricevere auditing da lui, non era quello il motivo per cui lo volevo incontrare. Volevo comprendere cosa stesse facendo, ma soprattutto volevo sapere cosa ne sarebbe stato di me se lasciavo la Chiesa. Volevo sapere quali garanzie mi poteva dare sul fatto che Scientology avrebbe continuato ad esistere e, soprattutto, che non avrebbe fatto niente d’irrispettoso nei confronti di LRH.

Su alcune cose resterò un po’ nel vago, non voglio che Marty capisca chi sono, non ancora, perché temo per la mia sicurezza. E’ una persona violenta e quando sei con lui … se lo contrasti appena un po’, ti rendi conto che ha problemi seri su quest’argomento. Tutto ciò che dirò, è che ci trovavamo nella sua prima baracca. Si è trasferito nella seconda verso settembre/ottobre 2009 e lì ci sono andata più volte. La sensazione era abbastanza desolante.

Quando mi recai da lui la prima volta, mi venne a prendere all’aeroporto di Corpus Christie. Arrivò in ritardo e lo considerai una scortesia nei miei confronti, visto che avevo preso accordi precisi con lui in anticipo, ma non era lì. Quindi lo chiamai e lui mi disse: “Ah, allora è atterrato?”. L’aereo era in orario, quindi non capivo che giochetto stesse giocando. In ogni caso mi misi fuori dall’aeroporto fino a che arrivò con un furgone. Lo riconobbi immediatamente, anche se era invecchiato e sovrappeso rispetto a quando era nella Chiesa, ma d’altronde lo stesso vale per me.

Sulla strada verso casa sua mi interrogò per la maggior parte del viaggio. Quando me n’ero andata, perché, che cosa stavo facendo ora, che cosa stava facendo mio marito. Voleva avere dati sui miei figli. Stava cercando “buchi” nella mia storia per capire se fossi “un’infiltrata”.

In quel momento ho pensato che era alquanto paranoico, strano, ma ovviamente superai il test e quindi si rilassò e iniziò a parlare a ruota libera.

Ero principalmente interessata a LRH, che consideravo e considero un amico. Non avrei mai permesso che fosse detto niente di negativo su di lui, non m’importava del resto, ma LRH è il mio dato stabile. Volevo verificare quale fosse la posizione di Marty riguardo a LRH, non quello che diceva, ma quello che stava facendo e volevo sapere come pensava di fare le cose che intendeva fare senza danneggiare LRH.

Mentre da una parte Marty mi rassicurava di essere con LRH al 100%, quello che poi mi disse mi stese. Ho impresso nella mia mente le sue parole come se fosse successo 5 minuti fa, sono cose che si fissano nella mente.

Mi sento un po’ stupida nel parlare di questo, perché ripensandoci ora, la cosa che avrei dovuto fare era di andarmene subito. Quello che mi disse in quel momento, era sufficiente per farmi capire chi era, qual era la sua capacità di giudizio, la sua sanità, i suoi scopi.

Eravamo appena scesi dal furgone e stavamo per entrare nella baracca e con uno sguardo che nelle sue intenzioni doveva rappresentare sincerità, Marty si fermò e girandosi verso di me mi disse “Se LRH tornasse ora, darebbe un’occhiata alla Chiesa e poi procederebbe a distruggerla”.

Ero sbalordita. Gli chiesi come fosse arrivato a tale conclusione. La sua risposta … datami senza esitazione e senza alcun sentore che stesse scherzando, fu ancora più sorprendente.

“Se LRH fosse qui con noi, avrebbe circa 23 anni. Avrebbe tatuaggi sulle braccia, un anello al naso e altri piercing. Indosserebbe jeans sbiaditi e una maglietta. Avrebbe dei guai con la legge, avrebbe già provato la galera un po’ di volte e forse avrebbe già sperimentato tutti i tipi di droga. Avrebbe uno o due figli illegittimi. Guarderebbe com’è messa la Chiesa oggi e direbbe: ‘Questo non è quello che avevo in mente. Questa non è Scientology. Distruggila. Dobbiamo iniziare da capo e farlo nel modo corretto questa volta’.

“Come sei arrivato a questa conclusione?", gli chiesi e lui mi rispose:LRH è un tipo avventuroso. Sarebbe finito nei guai con le autorità facendo queste cose, proprio come ti ho detto. Avrebbe la fedina penale sporca e non sarebbe neppure qualificato per ricevere servizi.”

(nota: Rathbun ha già fatto più volte dichiarazioni simili, vedere l’articolo Gli Amici Che Ron non ha mai voluto – Seconda Parte)

Sarebbe esattamente quel tipo di persona che la Chiesa non vuole che entri dalla sua porta. Cosa ti dice questo riguardo alla Chiesa? Pensaci un attimo, l’uomo che ha sviluppato Scientology non sarebbe neppure il benvenuto nelle sue organizzazioni se oggi dovesse tornarci. Questo ti dice in quale stato disastroso sono le organizzazioni ed è questo il motivo per cui intendo distruggere la Chiesa. Perché questo è ciò che lui vorrebbe”.

Non c’era il minimo dubbio nella mente di Marty che questo fosse ciò che LRH avrebbe detto. Era convinto e credeva veramente di avere delle direttive su questo da LRH.

Voglio dire, è vero che LRH era una persona che amava l’avventura e, senza dubbio se dovesse tornare qui ora, ne vivrebbe molte altre. Questa parte contiene della verità.

Ma è solo Marty che equipara l’avventura con l’attività criminale, con la droga, con la corruzione. E ora comprendo che è così perché Marty vede gli altri come sé stesso e nel caso di Marty sono solo i suoi guai con la legge, il suo eccessivo uso di alcool e i suoi imbrogli che lo fanno sentire vivo.

Ancora oggi, questa cosa mi colpisce, intendo dire in che modo riesca a creare questo illogico ponte mentale da “LRH è una persona che ama l’avventura” a “LRH sarebbe un preclear illegale e quindi dobbiamo distruggere la Chiesa”.

Quindi gli dissi che non ero per niente d’accordo su quello che stava dicendo. Gli dissi che LRH aveva scritto le policy che avevano creato le Chiesa e la struttura del management e che ero sicura che non avrebbe mai voluto la distruzione delle Chiese.

Ero sicura che LRH avrebbe voluto che la policy fosse applicata dove in una certa area non lo era, in effetti, quello sarebbe stato ciò che avrebbe richiesto. Forse avrebbe voluto apportare delle migliorie, questo sarebbe stato verosimile per me, e di tanto in tanto lui risistemava le cose. Intendo dire che le org hanno avuto un’evoluzione e sono cambiate, stessa cosa per gli org board e le strutture. Ma proprio non riuscivo a immaginare che avrebbe voluto chiudere le org, mai! Questo era proprio il contrario di quanto lui ha sempre detto riguardo alle org.

So che ho agito stupidamente. Avrei dovuto andarmene ma ho cercato di farlo ragionare, discutendo con lui. Ma non andavo da nessuna parte. Insisteva sul fatto che la Chiesa era messa così male che non c’era niente che si potesse fare per sistemarla e che l’UNICA soluzione era distruggerla e iniziare da capo. Il mio errore, e ora ne sono consapevole e avrei dovuto esserlo anche allora, è stato di cercare una logica in quella pazzia. Ho imparato anni fa, come Funzionario di Etica, che non puoi ragionare con la pazzia. Avrei dovuto saperlo.

Onestamente, ho passato vari giorni da Marty e ogni volta ho tirato fuori l’argomento di LRH e i miei disaccordi con quanto lui gli stava facendo e ogni volta lui tirava fuori motivi per cui quello che stava facendo fosse OK.

Mi sono alla fine resa conto che il problema di Marty Rathbun si chiama facsimile di servizio. Penso ci sia un riferimento che dice che i facsimili di servizio e gli scopi malvagi sono cugini di primo grado, non ne sono certa, ma so per certo che questo è quello che sta accadendo a Marty. Facsimili di servizio o scopi malvagi o entrambe le cose. Ma lui è trincerato dietro alla sua idea, è convinto di aver ragione e da lì procede a mettere tutti gli altri dalla parte del torto, a meno che non siano d’accordo con lui.

Questo punto del facsimile di servizio è una cosa interessante che ho notato. Mi ha raccontato di come, dopo aver completato il suo addestramento sulla Nave (sapete che fu mandato là dopo la prima volta che era scappato, vero?), beh secondo lui ha avuto questa grossa realizzazione sui facsimili di servizio e che quando è tornato a Int lui aveva detto a COB riguardo questa sua realizzazione di come quella fosse la chiave della tecnologia perduta che doveva essere applicata.

Fine della prima parte


Per leggere i commenti all'articolo sul vecchio blog visita questa pagina.

Per continuare a commentare l'articolo vai al forum.

4

Commenti

Ritratto di Ilaria

No comment...ecco l'evidenza di come una persona possa andare fuori di testa... 

Non importa dove uno sia sul Ponte, che sia sugli Oggettivi oppure su OT VII, che tu sia sullo Student Hat o un auditor di Classe VIII ... alla base c'è l'ETICA, e se questa è out a tal punto da farti allontanare dalla Chiesa, allora questa persona è messa DAVVERO male...

Marty te lo dico io... se come dici tu Ron fosse qui e avesse 23 o 26 anni, e ti vedesse, io dico che passeresti dei guai molti seri...ma mooolto seri...Puah!

Ritratto di Ugo Ferrando

So che non c'entra molto, ma vorrei dare ai lettori di E&V la good news di un nuovo centro Narconon aperto il 15 agosto scorso a Tijuana, Messico. Padre Lares, un prete cattolico, ha visto la bontà della Tech di LRH ed ha voluto il programma Narconon per i suoi ragazzi. Maggiori info sul seguente blog: http://ugoferrando.blogspot.it/2012/08/nuovo-narconon-tijuana-in-messico...

Ritratto di Leonessa

... quarantennale, Auditor, quarantennale: il leggendario Ugo è "sulla piazza" praticamente da 40 anni.

Cool

Grande notizia!!!

Ciao a tutti da

Leonessa

 

Ritratto di Auditor

C' entra Ugo, c'entra moltissimo! Ti ringrazio infinitamente per la tua dedizione trentennale a beneficio dei ragazziSmile