Un messaggio da Laura

Laura Russo

Nota della Redazione

Le bugie hanno le gambe corte. Gli squirrel tentano di spacciarsi per Scientologist e a volte traggono in inganno persone in buona fede che non sospettano le loro vere intenzioni. Il modus operandi del critico malevolo, categoria di cui ormai fa parte il gruppetto degli squirrel, è sempre quello di trarre in inganno atteggiandosi come persone “ragionevoli” che vogliono “aiutare”. In realtà il loro vero intento è sempre quello di danneggiare, di tratte in inganno, di causare turbamenti.

Ormai il giochetto è conosciuto e non inganna più nemmeno i neofiti, come testimonia questa lettera che Laura ci ha chiesto di pubblicare.

Etica e Verità


Questa è una lettera rivolta soprattutto a tutti coloro che potrebbero essere o che saranno in una condizione di dubbio riguardo la Chiesa di Scientology.

Ho conosciuto questa filosofia religiosa nell’ottobre del 2010 e mi è piaciuta sin da subito per i suoi insegnamenti. Ma avevo già un dubbio che mi è stato chiarito in seguito, cioè il perché i corsi avessero un costo. Nonostante le risposte ricevute non avevo risolto il dubbio, ma ho comunque continuato a fare i corsi quando potevo. Ho sospeso per un periodo dalla metà del 2011, ma ho ripreso a farli nel dicembre del 2012.

Ogni volta che attestavo un corso ero molto felice, avevo una bella sensazione, stavo benissimo, ma purtroppo questa felicità non durava a lungo avendo una situazione di PTS dovuta al fatto che i miei genitori non accettavano Scientology e mia madre e mia cugina ne parlavano male a causa di maldicenze che circolano a riguardo. Ma di (purtroppo) nascosto ho comunque continuato a frequentare la Chiesa. Mia madre ha “scoperto” in seguito che avevo fatto dei corsi perché vedeva qualche libro nuovo e, frugando nella mia borsa, anche le ricevute.

Questa era la situazione, finché nel gennaio del 2013 successe qualcosa che avrebbe cambiato la mia vita: una conversazione su Internet con degli Squirrel, per fortuna di breve durata.

Ero gelosa di una ragazza, membro della Sea Org di FLAG, di cui il mio ex ragazzo parlava sempre molto bene, quindi per la curiosità di sapere come fosse e chi fosse ho cominciato a cercarla su internet.

Durante la ricerca sono stata attratta da un titolo e, sempre per la mia inesauribile curiosità sono entrata in quel sito. Ho letto diversi commenti e racconti di ex Scientologist e mi sono ritrovata concorde su un paio di punti, cioè che è un peccato che i corsi di Scientology si paghino (non ero ancora a conoscenza dei corsi gratuiti che si possono fare online) e che David Miscavige, non fosse in qualche modo ok (sebbene io l’abbia visto solo una volta).

Onestamente me ne sono interessata poco perché non spetta a me decidere se le cose siano vere o meno, se non le ho viste con i miei occhi. Quindi le ho lette velocemente, senza interesse, tanto che non mi ricordo precisamente cosa ci fosse scritto.

In ogni caso scrissi un commento con il mio nome descrivendo la mia entrata in Scientology e i punti per cui mi trovavo in dubbio.

In realtà non mi accorgevo di quanta ignoranza ci fosse nelle mie parole. Ignoranza nel vero e mero senso della parola: non conoscevo la verità, eppure ho espresso le mie perplessità, non con gli interessati, ma con le ultime persone al mondo con cui avrei dovuto discuterne: degli squirrel.

Ho detto loro che erano “fantastici”, per il semplice fatto che pensavo che quello in cui scrivevo fosse un semplice blog dove delle persone si scambiavano opinioni. Ma mai avrei pensato che i creatori di questo sito fossero degli squirrel e degli SP.

L’ho capito solo qualche giorno dopo aver scritto. Infatti, in seguito, ho letto più attentamente e ho visto il disprezzo totale e le diffamazioni nei confronti di David Miscavige e della Chiesa, che non ricordo nemmeno bene in realtà talmente sembravano assurde.

Ho letto che tutte le persone che avessero scritto sul loro blog, sarebbero state considerate SP dalla Chiesa e che quindi sarebbe stato meglio scrivere in forma anonima e senza troppi dettagli, altrimenti la Chiesa le avrebbe scoperte, l’alternativa era di dichiararsi totalmente fuori (quanto inutile entheta).

Di fatti, dopo avere scritto il mio commento, un certo Francesco mi aveva risposto dicendomi di stare attenta a ciò che scrivevo perché la Chiesa sarebbe arrivata subito a me… Cioè… Io ho scritto il mio nome, palese qual era, ho raccontato la mia vita a partire dalla mia entrata in Scientology, senza tralasciare nulla, perché non volevo nascondermi e non volevo nascondere nulla! Ma non nel senso che mi volevo dichiarare fuori dalla Chiesa! Piuttosto, non sapevo chi fossero DAVVERO le persone alle quali mi stavo rivolgendo e soprattutto sono stata impulsiva perché non mi sono informata meglio a riguardo.

La disinformazione, l’ignoranza, è di questo che si nutrono gli Squirrel: si approfittano di persone ingenue o con condizione di dubbio per far proliferare le loro bugie e cattiverie.

A un certo punto, quando ho capito chi erano, mi sono resa conto che il mio comportamento avrebbe potuto causare imbarazzo e difficoltà, non solo a me, ma anche a delle persone a cui ero legata. E questa non era mia intenzione.

Tra i Fedeli voglio scusarmi per l’imbarazzo causato alla famiglia che mi aveva accolto mostrandomi qualcosa di bello e che mi avrebbe portato benefici.

A proposito, nel commento del blog scrissi qualcosa in cui spiegavo che sarebbe stato difficile “convincerli” del fatto che “qualcosa di sbagliato” c’era. Bè… mai come quel giorno mi pento di aver usato quelle parole. Sono stata ingannata dal modo in cui questi squirrel si presentano, come se fossero degli Scientologist.

Come potrei io permettermi di esprimere giudizi su Scientology con dei veterani di Scientology? Non l’avrei mai fatto, soprattutto perché Scientology non la conosco ancora a fondo. Probabilmente, potrei affrontare il discorso onestamente facendo domande sul costo dei corsi, su chi sia David Miscavige, perché ci sono persone che spargono maldicenze sulla Chiesa, cosa si può fare per farle cessare. Stupidi gli Squirrel se hanno creduto che mi sarei schierata dalla loro parte, soprattutto una volta capito il loro trucco.

In poche parole: mi spiace se, a causa degli inganni degli squirrel, ho causato qualche turbamento e qualche problema, ma questa gente conta proprio sul causare queste situazioni.

Con l’intenzione di ricostruire ARC,

Laura Russo


Per commentare l'articolo vai al forum.