Una controversia senza fine: Le "Affermazioni" di L. Ron Hubbard

Massimo Introvigne è un sociologo delle religioni di fama internazional. È il fondatore e managing director del Centro Studi sulle Nuove Religioni (CESNUR), una rete internazionale di esperti che studiano i nuovi movimenti religiosi. Ha pubblicato oltre 70 libri e più di 100 articoli nel campo della sociologia delle religioni.

In questo articolo Introvigne stigmatizza il comportamento scorretto di alcuni noti apostati anti-Scientology, descrivendo come abbiano costruito una falsa narrativa per nuocere alla reputazione di L. Ron Hubbard e Scientology.


Una controversia senza fine: Le "Affermazioni" di L. Ron Hubbard

di Massimo Introvigne, pubblicato su The Journal of CESNUR | 5/6 (2021) 53—69

ABSTRACT: Nel 1984, nel corso di una causa legale, Gerry Armstrong, un ex-Scientologist rancoroso, citò un documento soprannominato "Affermazioni", che conteneva diversi appunti scritti a mano da L. Ron Hubbard da lui assemblati mentre lavorava a una biografia del fondatore di Scientology che doveva essere scritta dall'autore britannico Omar Garrison. Armstrong sosteneva che questi erano "comandi" che Hubbard aveva scritto per se stesso al fine di sperimentare l'autoipnosi. Il documento in quanto tale è scomparso, ma alcune parti furono messe agli atti nel processo. Un nuovo testo, presumibilmente completo, fu pubblicato da Armstrong nel 2000 e fu citato da giornalisti e studiosi come un documento significativo per comprendere le prime idee di Hubbard. L'articolo sostiene che il testo del 2000 è, con ogni probabilità, falso, e che non è cosa certa che le poche parti emerse in precedenza fossero autentiche o particolarmente significative per valutare Hubbard e Scientology.

PAROLE CHIAVE: L. Ron Hubbard, Scientology, Dianetics, “Affermazioni” (L. Ron Hubbard), Gerry Armstrong, Omar Garrison.

Introduzione

Uno dei documenti più bizzarri attribuiti a L. Ron Hubbard (1911-1986), il fondatore di Scientology, è comunemente noto come le "Affermazioni". Ha una propria scheda su Wikipedia, dove viene descritto come "largamente riconosciuto come scritto da L. Ron Hubbard" (Wikipedia 2021). Il militante anti-Scientologist Gerry Armstrong ha scritto nel 2000 che

Le ammissioni sono abbastanza ovviamente una parte delle 'scritture' di $cientology [sic: Armstrong scrive "Scientology" con il simbolo del dollaro per ovvi scopi dispregiativi]. Sulla scala della santità®, sono più sante della più santa delle scritture della Tecnologia Avanzata (Armstrong 2000).

Lo studioso Hugh Urban le ha definite "uno dei documenti più importanti per dare un senso alle [...] radici occulte di Scientology" (Urban 2012, 100). Il giornalista anti-Scientology Tony Ortega ha riferito che fu proprio Urban a "incoraggiarci a pubblicare alcune delle famigerate 'Affermazioni' di L. Ron Hubbard quando eravamo al Village Voice" (Ortega 2017).

L'interesse di Urban per le "Affermazioni" è che potrebbero confermare la sua teoria secondo la quale Hubbard fu influenzato da Aleister Crowley (1875-1947), il mago britannico che divenne il leader dell'ordine occulto Ordo Templi Orientis (O.T.O.). Che Hubbard sia mai diventato formalmente un membro dell'O.T.O. è dubbio, ed è stato successivamente negato sia da Sarah Elizabeth "Betty" Northrup (1924-1997), la moglie di Hubbard, sia dall'autore di fantascienza Alva Rogers (1923-1982), che facevano entrambi parte del circolo californiano che si riuniva attorno allo scienziato e iniziatore dell'O.T.O. John Whiteside ("Jack") Parsons (1914-1952) negli anni in cui Hubbard aveva stretto amicizia con lui e viveva nella sua casa (Rogers 1982; Hollister 1997). D'altra parte, Parsons rese chiaro che considerava Hubbard come un collaboratore fidato nelle attività magiche della sua loggia (Bogdan 2016). Il motivo esatto per cui Hubbard rimase coinvolto nelle imprese occulte di Parsons è una questione controversa, che ho discusso a lungo in uno studio sulle relazioni di Hubbard con la magia (Introvigne 2019).

Non ho citato le "Affermazioni" nel mio articolo, poiché credevo che nel 2019 fosse ovvio, almeno per gli studiosi, che il loro testo più spesso citato fosse un documento falso. Mi sbagliavo. Urban è intervenuto educatamente in una discussione su Facebook riguardo al mio studio e si è dichiarato "sconcertato dal fatto che non menziona nemmeno il testo chiave delle 'Affermazioni' (circa 1946-47) che è ampiamente ritenuto essere di Hubbard." Questo mi ha convinto che valeva la pena ricostruire l'intera storia delle cosiddette "Affermazioni".

Una squallida storia

La lunga storia delle "Affermazioni" inizia con un certo Gerald "Gerry" Armstrong. Cittadino canadese, si unì a Scientology a Vancouver nel 1969. Divenne di fatto un collaboratore di L. Ron Hubbard e/o della Chiesa di Scientology nel 1971, e residente legalmente negli Stati Uniti nel 1977 (Armstrong 2004). Armstrong ha lavorato per Scientology come collaboratore di medio livello, anche se in seguito si promuoveva come "ex segretario personale di L. Ron Hubbard" in Russia (Filippov 2011), posizione che non ha mai ricoperto. Parte del lavoro di Armstrong consisteva nel raccogliere documenti per una biografia autorizzata di L. Ron Hubbard, che doveva essere scritta da Omar V. Garrison, uno scrittore professionista britannico. Armstrong affermò in seguito di aver suggerito a Hubbard l'idea di una biografia, che Hubbard approvò.

Armstrong non è stato il primo, né l'ultimo Scientologist che ha deciso di lasciare la Chiesa e diventarne un oppositore militante. Lo fece nel dicembre 1981. Ciò che era meno normale, tuttavia, è che lasciò la Chiesa portando con sé 21 scatole che comprendevano copie (e forse originali) di più di 10.000 documenti e scritti di e su Hubbard, che erano stati preparati per la biografia proposta e che lui aveva dato a Garrison a tale scopo. Armstrong recuperò le scatole da Garrison e le consegnò al suo avvocato, Michael J. Flynn, anch'egli un militante anti-Scientologist.

Non sorprende che Scientology abbia intentato una causa per recuperare i documenti. Per conto dei suoi clienti, Flynn sostenne come difesa il fatto che impossessarsi dei documenti era necessario per proteggere Armstrong e sua moglie dalle molestie di Scientology, dopo che aveva lasciato la Chiesa e iniziato a criticarla pubblicamente. Il caso fu esaminato dalla Corte Superiore dello Stato della California per la Contea di Los Angeles dal 19 aprile all'8 giugno 1984, davanti al giudice Paul G. Breckenridge, Jr.

Durante la causa, Armstrong dovette dimostrare che alcuni dei documenti che aveva dato a Flynn avrebbero potuto fungere da sua "assicurazione" contro possibili ritorsioni, in quanto realmente dannosi per Scientology. Tra i documenti che Armstrong dichiarò altamente dannosi per la reputazione di L. Ron Hubbard e Scientology, se divulgati, menzionò le

Affermazioni [che] erano materiali manoscritti, scritti a mano da L. Ron Hubbard, che trattavano vari suoi problemi, ed erano comandi autoipnotici che lui scriveva a se stesso, affermazioni (Corte Superiore della California per la Contea di Los Angeles 1984, V, 793-94).

Armstrong spiegò di aver rilegato insieme diverse note scritte a mano da Hubbard e di averle date a Garrison (Corte Superiore della California per la Contea di Los Angeles 1984, V, 794). Quest'ultimo testimoniò: "Sono stato io ad attribuir loro quella denominazione. La parola 'Affermazione' non appare su nessuna di esse" (Corte Superiore della California per la Contea di Los Angeles 1984, XXI, 3652). Armstrong espresse come sua "opinione" che le note da lui raccolte risalivano "al periodo 1946-1947" (Corte Superiore della California per la Contea di Los Angeles 1984, XII, 1928).

Leggendo la trascrizione, è difficile non concludere che il giudice Breckenridge fosse estremamente prevenuto nei confronti di Scientology. Nel suo "Memorandum of Intended Decision" depositato il 22 giugno 1984, definì Scientology una setta "schizofrenica e paranoica" (Breckenridge 1984, 8). Accolse la difesa di Armstrong, anche se indicò che i documenti, o la maggior parte di essi, alla fine avrebbero dovuto essere "restituiti al querelante", cioè alla Chiesa di Scientology (Breckenridge 1984, 12).

Furono presentati appelli e intraprese altre azioni legali, e il 6 dicembre 1986 la Church of Scientology International e Armstrong sottoscrisse una transazione, che in seguito divenne un reperto in altre cause, diventando così di pubblico dominio. Scientology pagò ad Armstrong 800.000 dollari (Corte d'Appello, Primo Distretto, Divisione 4, California 2005; secondo quanto riferito, 300.000 dollari andarono al suo avvocato), e Armstrong accettò di mantenere in futuro "stretta riservatezza e non divulgazione delle sue esperienze con la Chiesa di Scientology e di qualsiasi informazione o conoscenza che potesse avere riguardo alla Chiesa di Scientology, a L. Ron Hubbard o a qualsiasi organizzazione, individuo ed entità" associata a Hubbard e Scientology. Armstrong accettò anche di restituire a Scientology diversi documenti, compresi "tutti gli originali e le copie dei documenti comunemente noti come le 'Affermazioni' scritte da L. Ron Hubbard" ("Mutual Release of All Claims and Settlement Agreement" 2016).

Per sua stessa ammissione in articoli pubblicati sul suo sito web, Armstrong ha violato l'accordo centinaia di volte, perdendo diverse cause legali per questo motivo, e fu emesso un mandato di arresto nei suoi confronti in California (vedi ad esempio Armstrong 2014).

In particolare, Armstrong ha ammesso di aver aiutato gli autori dei più significativi libri anti-Scientology negli anni '80 e '90 (Armstrong 2004). Questi includevano il giornalista americano di origine danese Bent Corydon e il giornalista britannico Russell Miller. Corydon elencò come coautore uno dei figli di Hubbard, L. Ron Hubbard, Jr. noto anche come Ronald Edward DeWolf (1934-1991), sebbene quest'ultimo, in una dichiarazione giurata datata 20 maggio 1987, avesse dichiarato di non aver mai autorizzato tale uso del suo nome. Aggiunse che,

le mie comunicazioni a Bent Corydon e ad altri, non erano altro che selvaggi voli di fantasia basati sulla mia illimitata immaginazione. Presentare ora quelle affermazioni come "verità", e privare del valore duramente guadagnato il nome "L. Ron Hubbard" usando il mio vecchio nome come coautore di un libro che non ho scritto né recensito, è un atto eticamente scorretto della più alta portata (DeWolf 1987).

Sia Corydon che Miller hanno menzionato le "Affermazioni" citando il loro presunto testo nei loro libri (Miller 1987, 132; Corydon e Hubbard 1987, 53).

L'11 marzo 2000, Armstrong annunciò al gruppo Usenet anti-Scientology alt.religion.scientology che un anonimo corrispondente "mi ha recentemente inviato la copia da cui ho trascritto quanto segue", cioè un testo completo delle "Affermazioni". Pubblicò queste "Affermazioni" e ribadì la sua pretesa che facessero parte delle "scritture" di Scientology, anzi uno dei testi più importanti dell'intero canone di Scientology. Dichiarò di credere che il testo ricevuto dall'anonimo fosse "entro parametri ragionevoli, autentico" e che stava "pubblicando le Affermazioni apertamente per confermarne l'autenticità". Sperava che gli insoddisfatti ex Scientologist "Robert Vaughn Young [1938-2003] e Stacy Brooks", che presumibilmente avevano letto il documento citato nel caso del 1984, potessero farsi avanti e confermare che il testo era autentico (Armstrong 2000). Per quanto ne so, non l'hanno fatto.

Nel 2008 Michael Snoeck, un ammiratore indipendente di L. Ron Hubbard, non associato alla Chiesa di Scientology, ha pubblicato uno studio sul testo di Armstrong del 2000, concludendo che si trattava di una bufala. Armstrong ha risposto insultando Snoeck e definendolo un agente di Scientology (Snoeck 2008). Anche un altro ex-Scientologist indipendente, "Bernie", sostenne che il testo delle "Affermazioni" pubblicate nel 2000 era stato scritto da Armstrong stesso ("Bernie" 2008; "Bernie" 2009).

Armstrong porta avanti una carriera di anti-Scientology professionista, avendo accettato (almeno) 500.000 dollari nel 1986 in violazione della sua promessa di non farlo. Tra le sue attività più sgradevoli c'è il suo sostegno pubblico alla campagna russa di persecuzione nei confronti di Scientology, una campagna denunciata come una violazione dei più elementari diritti umani dalla Commissione Statunitense per la Libertà Religiosa Internazionale e dalla Corte Europea dei Diritti Umani (Kravchenko 2018; Corte Europea dei Diritti Umani 2015; USCIRF 2020). Nel 2014 ha scritto al presidente Vladimir Putin, elogiando i suoi discorsi anti-americani e incitandolo a reprimere ancora più spietatamente Scientology (Armstrong 2014). Nel 2011 Armstrong ha tenuto una conferenza a Mosca accusando gli Scientologist di fornire informazioni alle "agenzie di intelligence americane (FBI e CIA)" (Filippov 2011), certamente non ignorando che questo avrebbe potuto avvalorare le accuse di spionaggio per conto degli Stati Uniti contro gli Scientologist russi, un crimine per il quale può essere inflitto l'ergastolo.

Cosa sono le "Affermazioni"?

Tanto per cominciare, non esistono "Affermazioni". Questo è un nome di fantasia (poi sostituito, nel gergo dei critici di Scientology, da "Ammissioni") che Omar Garrison attribuì al contenuto di ciò che l'avvocato di Armstrong, Michael Flynn, descrisse nel 1984 come "un oggetto rudimentale come una cartella per PC" (Corte Superiore della California per la Contea di Los Angeles 1984, XXVIII, 4871). La cartella comprendeva ciò che Armstrong sosteneva fossero appunti scritti a mano da L. Ron Hubbard che lui aveva selezionato e assemblato. Flynn dichiarò molto chiaramente che "il raccoglitore originale era stato creato dal signor Armstrong" (Corte Superiore della California per la Contea di Los Angeles 1984, XI, 1984).

Infatti, ciò che spesso è sfuggito sia ai critici che agli studiosi, è che esistono differenti documenti chiamati "Affermazioni" dagli oppositori di Scientology. Non sono gli stessi, e comprendono:

(a) quello che possiamo chiamare l'"urtext" delle "Affermazioni", cioè il raccoglitore creato da Armstrong assemblando quelli che lui sosteneva fossero appunti separati scritti a mano da Hubbard tra il 1946 e il 1947 e mostrati a varie persone e alla corte nel 1984 (AFF-81);
(b) le parti delle "Affermazioni" lette o da Armstrong (220 parole) o dal suo avvocato Michael Flynn (26 parole) nella trascrizione del tribunale durante il caso di Los Angeles del 1984 (AFFIDAVIT-84);
(c) le parti delle "Affermazioni" che qualcuno (si presume Armstrong) ha inviato agli autori dei libri anti-Scientology pubblicati nel 1987 da Russell Miller (144 parole) e Bent Corydon (25 parole) (AFFIDAVIT-87);
(d) il testo che Armstrong sosteneva di aver ricevuto da un anonimo, e pubblicato nel 2000 (9.086 parole) (AFFIDAVIT-2000).

Quella che segue è un'analisi di questi quattro set.

L’“Urtext” delle “Affermazioni” (AFFIDAVIT-81, 1981–82)

Gli storici della letteratura e delle religioni, usano la parola "Urtext" per designare un testo perduto, di cui sono disponibili solo successive versioni ridotte o citazioni. Per esempio, i teologi hanno chiamato "Q" (Quelle, "fonte" in tedesco) un presunto testo originale e più antico che potrebbe aver formato la base dei tre Vangeli Cristiani sinottici. Come diceva uno dei miei professori alla Pontificia Università Gregoriana di Roma, agli studenti troppo zelanti, è sempre importante ricordare che Q e altri urtext non esistono. Sono testi ipotetici, strumenti utili per certi scopi, sulla cui esistenza, per non parlare del contenuto, possiamo solo speculare.

Che cosa sappiamo per certo dell’AFFIDAVIT-81? Sappiamo che nel 1984 Armstrong produsse al Tribunale di Los Angeles una cartella in cui aveva rilegato quelli che sosteneva essere appunti scritti a mano da L. Ron Hubbard risalenti agli anni 1946 e 1947. Sosteneva di aver mostrato la cartella a svariate persone.

In generale si sostiene che l'AFFIDAVIT-81 sia esistito, dato che il giudice l'aveva visto, gli avvocati di Scientology l'avevano visto e non ne avevano contestato l'autenticità, obiettando solo che il suo contenuto non doveva essere letto in tribunale a causa della sua natura riservata e privata. Un altro argomento a favore dell'esistenza e dell'autenticità dell'AFFIDAVIT-81 è che, nell'accordo del 1986 con Armstrong, Scientology incluse una clausola in base alla quale avrebbe dovuto rientrare in possesso di "tutti gli originali e le copie dei documenti comunemente noti come le 'Affermazioni' scritte da L. Ron Hubbard".

Possiamo quindi accettare che sia esistito un raccoglitore. Non esiste più. Armstrong sostiene che da anni non ne aveva più la disponibilità (Armstrong 2000). Durante la preparazione di questo articolo, ho contattato la Chiesa di Scientology, e mi hanno assicurato che "semplicemente non li abbiamo". I critici potrebbero obiettare che ovviamente Scientology non ammetterebbe di avere nei suoi archivi documenti dannosi per la reputazione di Hubbard. Ma, se Scientology fosse così maliziosa come pensano i suoi oppositori, avrebbe potuto semplicemente produrre una trascrizione alternativa a quella pubblicata da Armstrong nel 2000, sostenendo che gli appunti scritti a mano erano andati persi ma che era ancora disponibile una trascrizione. Una possibilità è che, tra gli oltre 10.000 documenti che Armstrong ha restituito a Scientology, mancasse il famoso raccoglitore o che fosse andato perso. Sia come sia, non abbiamo modo di saperlo.

Supponendo che il documento sia quello che Armstrong diceva di essere, sarebbe al massimo mezzo autentico, o mezzo falso. Gli avvocati specializzati in diritto d'autore sanno che si può produrre un documento che è tecnicamente falso assemblando pezzi originali. Per esempio, si può entrare in possesso di un tesoro di migliaia di pagine di appunti scritti a mano da un famoso poeta, da poesie incompiute a liste della spesa e appunti per preparare un incontro con un avvocato. Tutti questi documenti sono scritti a mano dal poeta e sono "autentici". Tuttavia, se si assemblano arbitrariamente sei o sette di essi, si dà loro un titolo e si afferma che si tratta di un'opera significativa del poeta, si crea un documento falso, anche se basato su materiale grezzo originale.

Se prendiamo per buona la sua storia, questo è ciò che Armstrong fece nei primi anni '80. Prese alcuni appunti di Hubbard, li assemblò e sostenne che fossero un documento coerente e onnicomprensivo. Ma, anche supponendo che il materiale grezzo fosse genuino, l'assemblaggio era opera di Armstrong.

Infine, pochi si sono posti la domanda del perché, se questi erano, come Armstrong ha ripetutamente sostenuto, i testi più segreti che Hubbard abbia mai scritto, li abbia inclusi in primo luogo nelle scatole consegnate ad Armstrong per la preparazione della sua prevista biografia.

Il testo citato in tribunale (AFFIDAVIT-84, 1984)

Nel 1984, opponendosi alle obiezioni degli avvocati di Scientology, Armstrong lesse le seguenti presunte parti delle "Affermazioni" negli atti del tribunale di Los Angeles:

[Tramite l'ipnosi devo essere convinto di quanto segue].
Hai usato il tuo problema dello stomaco come scusa per evitare che la Marina ti punisse. Sei libero dalla Marina. Non hai più motivo di avere problemi di stomaco.
Le tue ulcere stanno bene e non ti danno mai fastidio. Puoi mangiare qualsiasi cosa.
La tua anca è una scusa. Hai un'anca sana. Non fa mai male.
La tua spalla non fa mai male.
Il tuo piede era un alibi. La ferita non è più necessaria. Sta bene. Hai dei piedi perfetti e belli.
Il tuo disturbo di sinusite non è niente. Non è pericoloso. Svanirà. Il comune raffreddore ti diverte. Sei protetto da altre malattie. La tua febbre da gatto è sparita per sempre e non tornerà mai più. Non hai la malaria.
Quando dici alla gente che sei malato, non ha alcun effetto sulla tua salute. E agli esami della Veterans Administration dirai loro quanto sei malato; sembrerai malato quando li farai; tornerai in salute un'ora dopo l'esame e riderai di loro.
Quali che siano le bugie che potresti dire agli altri, esse non avranno alcun tipo di effetto fisico su di te.
Non si danneggia mai la propria salute dicendo che è cattiva. Non puoi mentire a te stesso.
... i miei occhi (che ho usato come scusa per lasciare la scuola) sono perfetti e non mi fanno mai male (Corte Superiore della California per la Contea di Los Angeles 1984, XII, 1925-26).

L'avvocato di Armstrong, Michael Flynn, ha aggiunto altre tre frasi:

Gli uomini sono tuoi schiavi.
Gli spiriti elementari sono i tuoi schiavi.
Puoi essere spietato ogni volta che la tua volontà è violata e hai il diritto di essere spietato (Corte Superiore della California per la Contea di Los Angeles 1984, XIII, 2056-57).

Non risulta che siano stati eseguiti esami specifici per confermare che la grafia fosse quella di Hubbard. Urban ritiene che il fatto che gli avvocati di Scientology abbiano sollevato obiezioni a causa della natura riservata del testo, e non della sua autenticità, conferma che le citazioni fossero autentiche, e che ciò sia stato ulteriormente confermato dalla stipulazione dell'accordo del 1986 secondo cui Armstrong doveva restituire il fascicolo a Scientology (Urban 2012, 100). È una tesi possibile, ma a mio parere non molto solida. Per quanto riguarda il fascicolo, non sappiamo cosa contenesse esattamente. E la privacy e la riservatezza per gli avvocati di Scientology probabilmente sembravano argomenti più forti su cui basare un'obiezione durante il processo.

Gli avvocati non si limitarono però all'argomento della riservatezza. Insistettero che i documenti, se li si accettava al valore nominale, erano stati preparati da Hubbard per un esperimento di "ipnosi" (Corte Superiore della California per la Contea di Los Angeles 1984, XII, 1927) e che nessuno considererebbe gli strumenti preparati per l'autoipnosi come affermazioni concrete. Lo stesso Armstrong aveva presentato gli appunti di Hubbard alla Corte spiegando che "erano comandi autoipnotici che lui scriveva per sé stesso, affermazioni" (Corte Superiore della California per la Contea di Los Angeles 1984, V, 793-94).

È molto probabile che Armstrong e Garrison abbiano preso il nome di "affermazioni" dall'allora famoso libro di Napoleon Hill (1883-1970), Pensa e diventa ricco (Hill 1937). In effetti, le "affermazioni" sono usate ancora oggi dai praticanti di autoipnosi. Garrison e Armstrong tentarono in seguito di cambiare il nome in "Ammissioni", ma "Affermazioni" rimase. Forse si resero conto che, usando l'etichetta "Affermazioni", stavano distruggendo la loro affermazione che Hubbard ammetteva dettagli vergognosi della sua vita, o pronunciava affermazioni altisonanti come "tutti gli uomini sono miei schiavi".

Come ha infatti chiarito la letteratura accademica sull'autoipnosi, "le Affermazioni", fanno parte del "campo dell'immaginario" (Mubiri, Richard e Bioy 2015, 116). Quasi tutto può essere usato come "affermazione". L'autoipnosi può essere ottenuta esprimendo paure, speranze, fantasie, storie immaginarie. Migliaia di lettori di Think and Grow Rich hanno usato come "affermazioni" frasi come "Ho un milione di dollari in banca". Si sarebbero sorpresi se un agente delle imposte avesse bussato alla loro porta richiedendo di tassare l'importo. Le affermazioni sono frasi immaginarie, e prenderle come fatti non ha semplicemente senso. Per quanto ne sappiamo, supponendo ancora una volta che le citazioni siano autentiche, Hubbard potrebbe aver scritto eventi collegati a un "doppio" immaginario di se stesso, o potrebbe anche aver impersonato un personaggio di uno dei suoi romanzi.

Come ho discusso altrove (Introvigne 2017), Hubbard alla fine concluse che l'ipnosi non era utile e che effettivamente poteva essere pericolosa e non etica. Dianetics offrirebbe tutti i presunti benefici dell'ipnosi, senza i suoi effetti collaterali e pericoli. Tuttavia, ci sono pochi dubbi che egli giunse a questa conclusione sulla base di uno studio serio e approfondito dell'ipnosi. Gli esperimenti con l'autoipnosi potrebbero averne fatto parte.

Citazioni nei libri di anti-Scientology del 1987 (AFFIDAVIT -87)

Come menzionato in precedenza, nel 1987 due libri anti-Scientology contenevano citazioni che facevano presumibilmente parte delle "Affermazioni". Il testo più lungo era quello di Russell Miller:

Le tue ulcere stanno bene e non ti danno mai fastidio. Puoi mangiare qualsiasi cosa.
Hai un'anca sana. Non fa mai male.
La tua spalla non fa mai male.
Il tuo problema di sinusite non è niente.
La ferita non è più necessaria. Sta bene. Hai dei piedi perfetti e belli. [...]
Gli uomini sono i tuoi schiavi.
Puoi essere spietato ogni volta che la tua volontà è violata e hai il diritto di essere spietato. [...]
Quando dici alla gente che sei malato, non ha alcun effetto sulla tua salute. E agli esami della Veterans Administration dirai loro quanto sei malato; sembrerai malato quando li farai; tornerai in salute un'ora dopo l'esame e riderai di loro.
Quali che siano le bugie che potresti dire agli altri, esse non avranno alcun tipo di effetto fisico su di te.
Non si danneggia mai la propria salute dicendo che è cattiva. Non puoi mentire a te stesso.

Questo testo non aggiunge nulla all'AFFIDAVIT -84. Miller ha leggermente rivisto l'inglese, ma fondamentalmente ha riprodotto le citazioni lette in tribunale nel 1984. Corydon, tuttavia, ha aggiunto qualcosa:

Tutti gli uomini saranno miei schiavi!
Tutte le donne soccomberanno al mio fascino!
Tutta l'umanità striscerà ai miei piedi senza conoscerne il perché! (Corydon e Hubbard 1987, 53).

La frase "Tutti gli uomini saranno miei schiavi!" è una variazione di "Gli uomini sono tuoi schiavi" nell’AFFIDAVIT-84. Tuttavia, le altre due frasi non sono presenti nell’AFFIDAVIT-84 e, curiosamente, nemmeno nell’AFFIDAVIT-2000. Non abbiamo modo di sapere da dove vengono. Corydon ha lasciato intendere di averle ricevute da Ron DeWolf ma, come abbiamo visto, quest'ultimo non ha confermato alcuna delle frasi o informazioni del libro di Corydon. L'ipotesi migliore è che provengano da Armstrong, che forse gli ha solo fornito l’AFFIDAVIT-84 lasciando a Corydon il compito di abbellire alcune frasi.

Testo inviato da un anonimo ad Armstrong (AFFIDAVIT-2000, 2000)

L’AFFIDAVIT 4 è un documento voluminoso di più di 9.000 parole. È anche un testo fantastico. Chiunque l'abbia scritto è stato abbastanza saggio da incorporarvi l'AFFIDAVIT-84. Urban ritiene che questo documento rifletta la conoscenza del sistema di Crowley che Hubbard aveva acquisito tramite Jack Parsons (Urban 2012, 100-1). Non ne sono persuaso. L'autore dell’AFFIDAVIT-2000 mostra solo una conoscenza limitata, quasi stereotipata, della magia enochiana e telemica. Come ha dimostrato Bogdan (2016), Parsons, che non era un dilettante, teneva in grande considerazione la comprensione che Hubbard aveva della magia, ed era persino disposto ad accettare i suoi suggerimenti e le sue istruzioni. E inoltre, perché Hubbard abbia deciso di stare al gioco di Parsons è tutta un'altra questione. Ma dubito che Hubbard avrebbe scritto dichiarazioni così scadenti in relazione al sistema di Crowley e Parson, per non parlare delle fantasie semi-pornografiche che compaiono anche nell' AFFIDAVIT-2000.

Non sono tuttavia molto interessato al dibattito sul contenuto dell’AFFIDAVIT-2000. Siamo così lontani dall'avere anche la minima prova che l’AFFIDAVIT-2000 sia un autentico testo di Hubbard che qualsiasi dibattito è, nella migliore delle ipotesi, prematuro. Tutto ciò che abbiamo per l’AFFIDAVIT-2000 è l'affermazione di Armstrong di averlo ricevuto da un corrispondente anonimo. L'11 marzo 2000 annunciò che,

Nel momento in cui le Ammissioni saranno pubblicate su Internet, avrò, secondo i desideri della persona che me l’ha inviato, distrutto la copia ricevuta (Armstrong 2000).

Quindi, si può presumere che questa copia sia stata distrutta e che nessuno è in grado di verificarla.

Possiamo, naturalmente, ipotizzare che il corrispondente di Armstrong non sia esistito, e che lui stesso abbia scritto l'AFFIDAVIT-2000, il che è molto probabile, ma se avesse avuto in suo possesso gli appunti scritti a mano da Hubbard, che si presume avesse assemblato nel 1981-82, avrebbe potuto produrli nel 2000. L'argomento che, così facendo, avrebbe ammesso di aver violato l'accordo del 1986 conservando una copia degli appunti e si sarebbe esposto a ulteriori controversie, non è persuasivo. Nel 2000, Armstrong aveva violato l'accordo così tante volte che una in più difficilmente avrebbe fatto la differenza. D'altra parte, produrre qualcosa nella grafia originale di Hubbard avrebbe fatto la differenza e messo a tacere i suoi critici.

Se un anonimo ha davvero inviato l’AFFIDAVIT-2000 ad Armstrong, abbiamo tutto il diritto di trattarlo come una bufala. Se l'ha scritto Armstrong, è di interesse solo per qualche ipotetico futuro studioso che non abbia niente di meglio da fare che studiare la prosa di Armstrong.

Armstrong ha letto lo scambio che ho avuto con Urban su Facebook e ha scritto un lungo articolo per rispondere ai pochi paragrafi che avevo scritto come commenti sui social media. A parte la solita "argomentazione" con cui di solito liquida tutti i suoi critici (sono mercenari di Scientology), Armstrong fa essenzialmente tre affermazioni sull'autenticità dell'AFFIDAVIT-2000. La prima, e più importante, è che

Introvigne chiede: "Come possiamo sapere che il testo del 2000 è lo stesso di quello del 1984?"
La risposta breve è perché io dico che lo è (Armstrong 2019).

Questo non meriterebbe un commento. Come detto in precedenza, le avventure russe di Armstrong sarebbero più che sufficienti a gettare seri dubbi sulla sua integrità personale. Ma anche qualcuno che tiene Armstrong in grande considerazione non potrebbe essere soddisfatto dal ragionamento "Perché lo dico io".

In secondo luogo, Armstrong sostiene che un autore dell'AFFIDAVIT-2000

avrebbe dovuto possedere una conoscenza intima e dettagliata della storia, degli interessi occulti, degli scritti, del pensiero e delle idee di Hubbard. L'autore avrebbe dovuto applicare quella conoscenza intima per produrre parole, frasi e concetti nello stile di Hubbard (Armstrong 2019).

Non sono d'accordo sul fatto che l'AFFIDAVITF-2000 sia scritto nel tipico stile di Hubbard. Ancora più importante, tuttavia, uno sguardo più attento rivelerebbe facilmente ad Armstrong chi potrebbe essere un tale "autore". Ci sono pochi dubbi che sia stato ossessionato da Hubbard per la maggior parte della sua vita e che, per i suoi scopi ostili, abbia acquisito una "conoscenza intima" della sua vita e del suo lavoro.

In terzo luogo, Armstrong menziona il fatto che Mark Rathbun cita parti dell'AFFIDAVIT-2000 nel suo Memoirs of a Scientology Warrior (Rathbun 2013). L'argomento è stato usato in precedenza, ma il riferimento sarebbe rilevante solo se Rathbun avesse scritto il suo libro prima del 2000. Dopo quella data, qualsiasi "reminiscenza" dell'AFFIDAVIT-81 sia da parte degli Scientologist che degli anti-Scientologist sarebbe inevitabilmente contaminata e compromessa dalla facile reperibilità dell'AFFIDAVIT-2000.

Conclusione: Non Sequitur

L'articolo di Urban del 2012 è, credo, un buon esempio di come giornalisti e persino stimati studiosi siano stati fuorviati da Armstrong. Urban usa la seguente argomentazione per arrivare alla conclusione che le "Affermazioni" sono autentiche:

Nessun funzionario della chiesa ha mai negato pubblicamente che le "Affermazioni" siano un documento autentico di Hubbard, e la stessa posizione legale di Scientology indica che considera il documento di proprietà della chiesa e che ne vuole chiaramente mantenere il controllo. Secondo un accordo di reciproca liberatoria e transazione tra la Chiesa di Scientology della California e l'ex membro Gerald Armstrong nel 1986, Armstrong ha accettato di restituire alla chiesa una serie di documenti riservati, comprese tutte le copie del "manoscritto Excalibur" di Hubbard e "tutti gli originali e le copie dei documenti comunemente noti come 'Affermazioni' scritti da L. Ron Hubbard". Qui la chiesa indica chiaramente che il testo è stato scritto da L. Ron Hubbard, ed è difficile capire perché la chiesa avrebbe intentato una causa per mantenere la proprietà del testo, se non fosse un documento autentico (Urban 2012, 100).

Cita anche che nel caso di Los Angeles del 1984, Mary Sue Whipp Hubbard (1931-2002), la terza moglie del fondatore di Scientology, intervenuta nel processo e rappresentata dal proprio avvocato, si oppose alla lettura dei documenti per il loro carattere molto privato, ma non sostenne che fossero falsi (Urban 2012, 100). Non si può dedurre molto da questo dato che, quando Hubbard presumibilmente scrisse le note, Mary Sue aveva 15 anni e avrebbe incontrato Hubbard solo sei anni più tardi. Qualcuno potrebbe obiettare che stava seguendo le istruzioni di Hubbard, ma non ci sono prove a riguardo.

Il problema principale, tuttavia, è un altro. Avendo sostenuto l'autenticità delle "Affermazioni" sulla base di dichiarazioni del 1984 e del 1986, Urban procede a discuterne diversi passaggi che, a suo parere, confermano la profonda influenza di Crowley su Hubbard. Tuttavia, i passaggi che cita sono tratti dall'AFFIDAVIT-2000, un documento pubblicato nel 2000. Le sue argomentazioni potrebbero riferirsi all'esistenza dell'AFFIDAVIT-81, che nessuno nega (ma nessuno ne conosce il contenuto né può garantirne l'autenticità), o alle citazioni processuali dell'AFFIDAVIT-84. Ma nell'articolo di Urban, le dichiarazioni del caso giudiziario del 1984 e l'accordo del 1986 sono utilizzati per convalidare l’autenticità dell'AFFIDAVIT-2000, un testo che nessuno aveva visto prima del 2000. Certamente Urban non vuole insinuare che, firmando l'accordo nel 1986, Scientology autenticasse preventivamente un testo che Armstrong avrebbe pubblicato quattordici anni dopo. In maniera più semplice, lo stesso schema è utilizzato nell'articolo di Wikipedia (Wikipedia 2021). Esso afferma che Scientology ha ammesso l'esistenza e la paternità di Hubbard dell'AFFIDAVIT-81 e poi procede a offrire un riassunto dettagliato dell'AFFIDAVIT-2000. Ma non c'è alcuna prova che l'AFFIDAVIT-2000 sia lo stesso documento che Armstrong ha mostrato alla corte come AFFIDAVIT-81, e lo stesso Armstrong ha ammesso di non poterlo provare in modo definitivo (Armstrong 2000).

Quello che ci rimane è L'AFFIDAVIT-84, le cui affermazioni di autenticità si basano sulla tesi che gli avvocati di Scientology nel 1984 non fecero opposizione sostenendo che fosse falso, e nel 1986 chiesero di riavere tutti i "documenti comunemente noti come le 'Affermazioni' scritte da L. Ron Hubbard". Ci sono molte valide ragioni legali per cui gli avvocati non hanno fondato le loro obiezioni sulla non autenticità, e certamente ogni avvocato che si rispetti avrebbe consigliato a Scientology, che ha pagato ad Armstrong e Flynn 800.000 dollari, di riavere indietro tutto ciò che Armstrong aveva menzionato nel processo o che aveva in suo possesso che fosse lontanamente, realmente o presumibilmente collegato a Hubbard. Inoltre, il fatto che nel testo dell'accordo non ci sia una virgola dopo la parola "Affermazioni" significa, in buon inglese, che i documenti a cui si fa riferimento sono "comunemente noti" come "le 'Affermazioni' scritte da L. Ron Hubbard", non che l'accordo affermi che sono "scritte da L. Ron Hubbard". L'accordo si limitava a rappresentare quella che era l'opinione comune, senza prendere posizione sul fatto che questa opinione fosse vera o falsa.

Anche volendo considerare che le frasi dell'AFFIDAVIT-84 provenivano da appunti scritti a mano da Hubbard come strumenti o schede per esperimenti di autoipnosi, come ha sostenuto Armstrong, esse non provano nulla di quel periodo della sua vita, e tanto meno hanno a che fare con Dianetics e Scientology. Le affermazioni di autoipnosi sono, per loro stessa natura, affermazioni immaginarie. Potrebbero essersi riferite a vite immaginarie che Hubbard avrebbe potuto vivere, ma che non ha vissuto.

Definirlo "parte delle scritture di Scientology" è semplicemente ridicolo. Anche la prima narrativa di Hubbard, che è più importante di qualsiasi scheda di autoipnosi per capire i suoi primi studi e interessi, non è "parte delle scritture di Scientology". Queste ultime comprendono solo i testi che Hubbard scrisse per spiegare e insegnare la tecnologia di Dianetics e Scientology. Anche supponendo che gli appunti personali scritti a mano nel 1946 o 1947 per un esperimento di autoipnosi siano autentici, non sono sicuramente "parte delle scritture di Scientology".

L'affermazione di Urban che si tratta di "uno dei documenti più importanti" per capire certe caratteristiche di Scientology ovviamente non si riferisce alle poche frasi incluse nell'AFFIDAVIT-84. Si riferisce all'AFFIDAVIT-2000, ma non ci sono prove che esso sia qualcosa di più di un documento falso scritto o da Armstrong o da un altro anti-Scientologist, e nemmeno uno molto brillante.


Riferimenti

Armstrong, Gerry, 2000. “Making Light of Black PR, Part 7, The Admissions of L. Ron Hubbard.” Message to alt.religion.scientology, March 11. Accessed September 15, 2021. https://bit.ly/3iBnCdu.
Armstrong, Gerry. 2004. “Complaint Report to U.S. DOJ.” February 16. Accessed September 15, 2021. https://bit.ly/3FpflTy.
Armstrong, Gerry. 2014. “To Russia from a Scientology Victim.” December 2. Accessed September 15, 2021. https://bit.ly/3af9imp.
Armstrong, Gerry. 2019. “The Affirmations: What Was L. Ron Hubbard Thinking?” July15. Accessed September 15, 2021. https://bit.ly/3uMPujJ.
“Bernie.” 2008. “The Affirmations.” Another Look at Scientology, July 2. Accessed September 15, 2021. https://bit.ly/2ZVR1Zj.
“Bernie.” 2009. “Hubbard's Affirmations Written by Gerry Armstrong?” Another Look at Scientology, January 27. Accessed September 15, 2021. https://bit.ly/3BhPJ8U.
Bogdan, Henrik. 2016. “The Babalon Working, 1946: L. Ron Hubbard, John Whiteside Parsons, and the Practice of Enochian Magic.” Numen 63:16–32.
Breckenridge, Paul G., Jr. 1984. “Memorandum of Intended Decision, Church of Scientology of California v. Gerald Armstrong, case no. C420153.” Accessed September 15, 2021. https://bit.ly/3DetdhJ.
Corydon, Brent, and L. Ron Hubbard, Jr. 1987. L. Ron Hubbard: Messiah or Madman? Secaucus, NJ: Lyle Stuart.
Court of Appeal, First District, Division 4, California. 2005. “Church of Scientology International v. Superior Court of Marin County.” October 18. Accessed September 15, 2021. https://bit.ly/3lmtZD6.
DeWolf, Ronald Edward. 1987. “Affidavit of Ronald Edward DeWolf.” May 20. Accessed September 15, 2021. https://bit.ly/3FwovOq.
European Court of Human Rights. 2015. “Church of Scientology of St. Petersburg and Others v. Russia.” February 16. Accessed September 15, 2021. https://bit.ly/3oCRKJa.
Filippov, Alexander. 2011. “Правда Джерри Армстронга о сайентологии (+ Аудио выступления).” Pravmir.ru, May 23. Accessed September 15, 2021. https://bit.ly/3Fpn4ku. [English translation, “Alexander Filippov:
Gerry Armstrong’s Truth About Scientology.” Accessed September 15, 2021. https://bit.ly/302Q6q7.]
Hill, Napoleon. 1937. Think and Grow Rich. Meriden, CT: Ralston Society.
Hollister, Alexis. 1997. “Interview with my mother, Sarah Northrup.” December 1. Unpublished manuscript. Copy in the archives of CESNUR (Center for Studies on New Religions), Torino, Italy.
Introvigne, Massimo. 2017. “Did L. Ron Hubbard Believe in Brainwashing? The Strange Story of the ‘Brain-Washing Manual’ of 1955.” Nova Religio: The Journal of Alternative and Emergent Religions 20(4):62–79.
Introvigne, Massimo. 2019. “The Gnostic L. Ron Hubbard: Was He Influenced by Aleister Crowley?” The Journal of CESNUR 3(3):53–81.DOI: 10.26338/tjoc.2019.3.3.3.
Kravchenko, Maria. 2018. The Impact of Russian Anti-Extremism Policies on Freedom of Religion or Belief. Washington D.C.: US Commission on International Religious Freedom, January 18. Accessed September 15, 2021. https://bit.ly/2Ym6x0p.
Miller, Russell. 1987. Bare-Faced Messiah: The True Story of L. Ron Hubbard. London: Michael Joseph.
Mubiri, Marie-Armelle, Marion Richard, and Antoine Bioy. 2015. “Place de l’autohypnose dans la prise en charge de la douleur.” Douleurs: Évaluation—Diagnostic—Traitement 16(3):116–23.
“Mutual Release of All Claims and Settlement Agreement.” 2016. Executed by Church of Scientology International and Gerald Armstrong. December 6. Accessed September 15, 2021. https://bit.ly/2YiECxQ.
Ortega, Tony. 2017. “With Scientology at War in Clearwater, Religious Studies Types Still Seeking Its Warm & Fuzzy Side.” The Underground Bunker, April 28. Accessed September 15, 2021. https://bit.ly/3iEp1zV.
Rathbun, Mark “Marty.” 2013. Memoirs of a Scientology Warrior. Scotts Valley, CA: CreateSpace Independent Publishing Platform.
Rogers, Alva. 1982. “L. Ron Hubbard: A Fan’s Remembrance.” Unpublished manuscript. Copy in the archives of CESNUR (Center for Studies on New Religions), Torino, Italy.
Snoeck, Michael. 2008 [revised 2015]. “The Tale of Gerry Armstrong and His ‘Affirmations.’” Accessed September 15, 2021. Part 1, https://bit.ly/3mmiyuA. Part 2, https://bit.ly/3oyASDz.
Superior Court of California for the County of Los Angeles. 1984. “Reporters’ Transcript of Proceedings, Church of Scientology of California v. Gerald Armstrong, case no. C420153.” 28 vols. Accessed September 15, 2021. https://bit.ly/3lh3cZa.
Urban, Hugh B. 2012. “The Occult Roots of Scientology? L. Ron Hubbard, Aleister Crowley, and the Origins of a Controversial New Religion.” Nova Religio: The Journal of Alternative and Emergent Religions 15(3):91–116.
USCIRF (United States Commission on International Religious Freedom). 2020. The Anti-Cult Movement and Religious Regulation in Russia and the Former Soviet Union. July. Accessed September 15, 2021. https://bit.ly/3lhfKjc.
Wikipedia. 2021. Entry “Affirmations (L. Ron Hubbard).” Accessed September 15, 2021. https://bit.ly/2WK5pTd.

Pubblicato in: